Pubblicato il

Vigili precari, il Pincio tenta la strada dell’accordo

Pierpaolo Pallassini (Pdl) interviene sulla stabilizzazione di altri 13 lavoratori: «Questa amministrazione mantiene gli impegni»

Pierpaolo Pallassini (Pdl) interviene sulla stabilizzazione di altri 13 lavoratori: «Questa amministrazione mantiene gli impegni»

SCIOPEROCIVITAVECCHIA – Il primo gruppo di vigili urbani precari e il Comune di Civitavecchia si sono ritrovati oggi davanti al Giudice del Lavoro, per affrontare il tema della mancata stabilizzazione che tanto ha fatto discutere nei mesi scorsi. Un incontro breve, al quale hanno partecipato gli avvocati fiorentini nominati dagli agenti di Polizia municipale e quelli del Pincio. Al termine del colloquio, durante il quale sono stati recepiti gli atti legati alla mancata stabilizzazione e quindi al licenziamento disposto la scorsa estate, il giudice ha fissato l’udienza che dovrebbe tenersi il 24 febbraio 2011. Il secondo guppo di agenti dovrà invece presentarsi in Tribunale il prossimo novembre. Intanto, a margine dell’incontro di questa mattina, potrebbe esserci un’apertura da parte del Comune in previsione dell’auspicata stabilizzazione, saltata un anno fa: i legali del Pincio infatti avrebbero domandato agli avvocati fiorentini un confronto stragiudiziale per tentare di chiudere la questione nel più breve tempo possibile. Ipotesi che secondo indiscrezioni sarebbe già stata rigettata dagli stessi vigili urbani precari, che continuano a stigmatizzare il comportamento tenuto dal Comune di Civitavecchia in relazione ai fatti. Sulla stabilizzazione dei 13 lavoratori precari disposta nei giorni scorsi è intervenuto il consigliere comunale del Pdl Pierpaolo Pallassini: «Non si può che accoglierla con soddisfazione – ha dichiarato – nonostante il periodo di ristrettezze economiche per gli enti pubblici, sono stati mantenuti gli impegni presi dal sindaco Moscherini nel mese di maggio scorso. È stato quindi riconosciuto il lavoro svolto negli anni alle dipendenze di palazzo del Pincio dagli ormai “ex precari” – ha proseguito l’azzurro – che potranno quindi passare un’estate più serena. Sono invece curioso dei commenti di chi, neanche quindi giorni fa, attaccava duramente il sindaco e l’amministrazione comunale. Se Alessio Gatti parlava di “un voltafaccia e di un impegno non mantenuto” – ha aggiunto – Freedom andava oltre e con il suo stile inconfondibile parlava di Moscherini come del “peggior Sindaco della storia di Civitavecchia”. Beh – conclude Pallassini – mi sembra che sia avvenuto l’esatto di contrario di ciò che era stato pronosticato da questi costanti oppositori che, oltre a generare un mare di critiche, dovrebbero quindi riconoscere ogni tanto i meriti di questa Amministrazione Comunale».

ULTIME NEWS