Pubblicato il

Vigili ricordati solo in campagna elettorale

Un comando che rischia di esplodere nell’indifferenza dell’amministrazione comunale

Un comando che rischia di esplodere nell’indifferenza dell’amministrazione comunale

COMANDOCIVITAVECCHIA – Chi sta pensando al futuro della Polizia municipale? Sono in molti a chiederselo, dopo la preselezione in vista del concorso per l’assunzione di nuovi agenti che andranno a rimpiazzare i precari licenziati. Un reparto sotto organico, una situazione esplosiva, con il personale costretto a turni massacranti che va avanti esclusivamente per spirito di servizio e di attaccamento alla divisa. Evidenti i sacrifici del comandante Carlo Sisti e dei suoi uomini per far fronte alle continue emergenze. Tanto che molti servizi sono già stati soppressi: trasferite le competenze del commercio, ridotto addirittura il numero di agenti assegnati alla sezione di polizia giudiziaria presso la Procura della Repubblica. Come se non bastasse ai disagi si aggiunge anche la carenza di materiale in dotazione, a partire dalle auto di servizio ridotte a pezzi e poco sicure per gli stessi vigili urbani. Per non parlare della mancanza di un etilometro e di armi in dotazione. Qualcuno dice che le cose stanno per cambiare e che l’arrivo di nuovi fondi per l’acquisto dei mezzi potrebbe far dimenticare lo scivolone del Pincio sull’acquisto di vetture di servizio in leasing, pagando inopportunamente il prezzo di riscatto. Per ora ciò che si nota è la mancanza di progetti da parte dell’amministrazione e un elenco di occasioni perse. Forse un giorno il comando di Polizia municipale tornerà a funzionare correttamente. Chissà se questa amministrazione comunale ne sarà testimone.

ULTIME NEWS