Pubblicato il

Zona R, l'opposizione presenta ricorso al Tar

OPPOSIZIONECIVITAVECCHIA – Presentato un ricorso al Tar dai consiglieri comunali d’opposizione Roberto Bonomi, Marietta Tidei, Vittorio Petrelli e Alessandro Manuedda, in cui chiedono l’annullamento della delibera 147/2008 “Zona “R” del Piano Regolatore Generale, quella compresa tra il Bricchetto e viale Baccelli “Parziale modifica della destinazione d’uso delle volumetrie ammissibili – adozione variante all’articolo 19 delle N.T.A.”, votata dal Consiglio Comunale in data 22 dicembre 2008. Questa mattina la minoranza ha fatto il punto, ricordando ciò che accadde in quella seduta della massima assise cittadina. «Una delibera votata anche da Sandro Scotti violando la 267 – hanno dichiarato – nonostante l’invito ad uscire dai banchi fatto da Fiorentini ai consiglieri incompatibili». L’interesso personale al centro della discussione, sarebbe stato questo particolare ad indurre i quattro consiglieri comunali a ricorrere al Tar: «La legge impedisce la partecipazione sia alla discussione che al voto – hanno fatto sapere – è evidente che senza Scotti la delibera non sarebbe passata». Gli esponenti della minoranza, che contestano il metodo con il quale è stata approvata la delibera più che il merito, hanno inoltre parlato del nuovo Piano Regolatore Generale: «Moscherini disse che lo avrebbe realizzato in nove mesi, a quanto pare neppure è iniziato lo studio. Sembra chiaro che non si può andare avanti a colpi di variante – ha proseguito la minoranza – non sappiamo neppure dove sia il regolamento edilizio». In fine la minoranza ha reputato gravi gli atti urbanistici portati in consiglio comunale o bloccati prima che arrivassero alla massima assise: «Basti ricordare il programma integrato per la zona del Casaletto Rosso – hanno concluso i consiglieri – noi chiediamo soltanto la certezza delle regole».

ULTIME NEWS