Pubblicato il

Anguillara si aggiudica il Drappo dei Comuni

Soddisfazione del sindaco Landi e di tutto il suo staff. Grande partecipazione di publico e tutto sta andando alla perfezione

Soddisfazione del sindaco Landi e di tutto il suo staff. Grande partecipazione di publico e tutto sta andando alla perfezione

di ROMINA MOSCONI

TOLFA –  Il fantino tolfetano Mario Mocci è il nuovo Re della piazza.
Con la sua brillante prestazione, montando il cavallo purosangue Katy Clodovil, ha guidato il Comune di Anguillara, nella finale contro Cerveteri, alla conquista del ‘‘Drappo dei Comuni’’, svoltosi in collina. Accolto da un pubblico in delirio Mocci si è aggiudicato anche il premio disciplina dimostrando che a vincere è sempre lo sport e i suoi valori di correttezza e disciplina.
Ma a vincere è stata anche la giunta Landi che ha organizzato alla perfezione questa manifestazione che è piaciuta a tutti e che ha ricevuto complimenti da ogni parte.
Nessun problema per la viabilità nonostante il numeroso pubblico che ha invaso Tolfa.
Soddisfatto e orgoglioso il sindaco di Anguillara che ha promesso di custodire gelosamente nell’aula consigliare il Drappo vinto. Complimenti alla giunta Landi anche da parte del consigliere provinciale Emiliano Minnucci che ha elogiato tutta la macchina organizzativa. Il sindaco Landi ha invece speso parole di elogio per Stefano Carducci e il suo staff che hanno organizzato e curato la corsa, svoltasi alla perfezione.
Successo anche per il corteo storico, per la sfilata delle carrozze d’eopoca e dello spettacolo dei falconieri.

 

Ore frenetiche a Tolfa. Da questa mattina infatti nel paese collinare ha preso il via il tanto atteso “Drappo dei Comuni”, la corsa dei cavalli purosangue al fantino lungo il Viale d’Italia. Per Dalle prime ore del mattino il paese è stato invaso da una moltitudine di persone: turisti, fantini, rappresentanti, dei 16 municipi che si contendono il Drappo, addetti alle scuderie, amanti dei cavalli, persone di ogni dove incuriositi da questo evento. La corsa si è aperta questa mattina intorno alle 10.30 con le eliminatorie. A dare il la è stata la sfida fra Tarquinia (cavallo Speranza) e Manziana (Stailos) in cui hanno trionfato gli etruschi; nella seconda batteria Anguillara (Katy Clodovil) ha battuto Canale Monteranno (Let Ivana). A seguire Ladispoli (Rio Moonbay) ha ceduto contro il Santa Marinella (Ketti Import); il cavallo di Campagnano (patale Sharro) nha invece ceduto a quello di Monteromano (Zio Pino); uscita di scena poi per l’Allumiere (Elisit) che ha ceduto invece a quello di Cerveteri (Sir Franco); Formello (Ultimo) si è imposto su Vejano (Vortice). In chiusura il Trevignano (Elena) ha battuto Tolfa (Zarate) e Civitavecchia (Zingaro) ha ceduto contro l’Oriolo Romano (Teocrito). Il Drappo di quest’anno è stato realizzato dalla pittrice Simona Sestili ed è dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia e al cittadino di Tolfa Giuseppe Benignetti, deceduto durante la 2° guerra mondiale a Bracciano, dopo un lungo cammino dalla Polonia, mentre tentava di riportare a casa un pezzo della bandiera italiana del 2° Reggimento Bersaglieri, divisa in pezzi con i compagni di guerra per scongiurare il pericolo che cadesse in mano tedesca. In queste ultime ore continua ad arrivare un grande afflusso di persone e la piazza e lungo il percorso è tutto pieno.  Durante le qualificazioni che si sono tenute in matinata si sono registrati dei colpi di scena: in particolare si è assistito alla sconfitta della cavalla favorita Let Ivana (con il fantino Bruno Carolini) che è reduce dalle vittorie consecutive del 209-2010 e del Palio dei Borghi Marinari di Santa Severa. Altra sorpresa la sconfitta dei due cavalli locali Zingaro (scuderia Minandri) e Zarate (scuderia Carducci). Gli ottavi di finale di questa manifestazione hanno visto Anguillare battere Tarquinia; Santa Marinella trionfare contro Monteromano; Cerveteri battere a sorpresa Formello e Trevignano avere la meglio su Oriolo Romano. Le batterie dei quarti di finale vedranno sfidarsi prima Anguillara-Santa Marinella e poi Cerveteri-Trevignano. Ai quarti di finale si sono svolte le sfide Tarquinia-Anguillara; S.Marinella-Monteromano; Cerveteri-Formello e Trevignano-Oriolo Romano.

La prima semifinale ha visto trionfare Anguillara su Santa Marinella. Grande la gioia dei tolfetani visto che a guidare il cavallo vincente, ossia Katty Clodovil, è il fantino collinare Mario Mocci. Nella seconda semifinale c’è stata molta tensione e i fanitini hanno discusso fra loro quindi si è assistito a momenti di contestazione, alla fine la vittoria è andata a Cerveteri e quindi in finale vedrà disputarsi la sfida Anguillara-Cerveteri.
La finale al cardiopalma ha visto trionfare Anguillara fra le acclamazioni della piazza per la vittoria del fantino tolfetanoGrande il lavoro della giunta Landi: la macchina organizzativa è praticamente perfetta. Grande il lavoro anche dei Vigili Urbani, della Protezione Civile e dei Carabinieri; particolarmente imponente il numero di volontari che stanno lavorando alacremente. Fra poco i cavalli si sfideranno fino all’ultimo metro in una spettacolare prova di velocità, tra pronostici, urla di gioia e di delusione. Con un leggero ritardo è partita la sfilata storica con figuranti in costume e carrozze d’epoca aperta dalle note travolgenti della banda Verdi diretta dal maestro Paolo Filabozzi; a seguire hanno sfilato i sindaci e tutti i rappresentanti dei 16 Comuni partecipanti. Emozionante l’esibizione dei falconieri. 

Il tracciato della corsa dei cavalli di Tolfa è lungo circa 500 metri e si snoda lungo Viale d’Italia, in leggera salita e con una curva. Oltre all’interramento completo del percorso sono state installate una serie di transenne esclusive a collo d’oca, con le quali il Comune di Tolfa insieme ad altre precauzioni specifiche ha voluto garantire la massima protezione per gli spettatori. In pista una giuria formata da esperti, due veterinari e quindici commissari di percorso. Dopo la gara continua la festa nella Villa Comunale con la Sagra della salsiccia tolfetana e lo spettacolo degli Appiccicaticci (Villa comunale, ore 21).
Per questo evento si lavora per settimane e il presidente del Comitato Organizzativo Stefano Carducci ringrazia i suoi collaboratori e tutti i 50 volontari che hanno permesso lo svolgimento di questa grande manifestazione. Il sindaco di Tolfa Luigi Landi ha lavorato dietro la macchina organizzativa e sta correndo da una parte all’altra affinché tutto vada per il meglio. A pieno regime anche gli assessori Cristiano Dionisi, l’assessore Pierotti. Le varie delegate del Comune di Tolfa, insieme alla Pierotti hanno curato alla perfezione tutta la logistica e i rapporti con i Comuni partecipanti.
SEGUE

ULTIME NEWS