Pubblicato il

Consegnati nove alloggi destinati alle giovani coppie

Iniziativa fortemente voluta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia. Sinergia tra l’ente di origine bancaria e il Comune per dare vita ad un nuovo progetto di housing sociale Il sindaco Moscherini elogia il presidente Cacciaglia: «Questi appartamenti sono una gemma in un quartiere che non è certo tra i più belli»

Iniziativa fortemente voluta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia. Sinergia tra l’ente di origine bancaria e il Comune per dare vita ad un nuovo progetto di housing sociale Il sindaco Moscherini elogia il presidente Cacciaglia: «Questi appartamenti sono una gemma in un quartiere che non è certo tra i più belli»

FONDAZIONEdi SONIA BERTINO

CIVITAVECCHIA – Consegnate le chiavi dei nove alloggi costruiti dalla Fondazione Ca.Ri.Civ in via Pio IV e destinati a giovani coppie di sposi in comodato d’uso gratuito per quattro anni, sei delle quali selezionate attraverso un bando pubblicato dalla Fondazione Ca.Ri.Civ. e tre delle quali, invece, affidate alla gestione del Comune che ha scelto i destinatari in base ai criteri dell’emergenza abitativa.
Presenti all’iniziativa il presidente della Fondazione Ca.Ri.Civ Vincenzo Cacciaglia, il vescovo Monsignor Luigi Marrucci e il vicepresidente dell’organo d’indirizzo della Fondazione, Ernesto Chiacchierini e il sindaco Gianni Moscherini che sinergicamente ha lavorato insieme alla Fondazione per dare vita a un nuovo progetto di housing sociale, anticipando in modi e tempi il resto del Paese e che ha creato un nuovo modo di guardare al problema casa, trovando soluzioni veloci, di qualità e soddisfacenti per il problema.
Ed è proprio sinergia tra istituzioni, la parola d’ordine per dare una risposta concreta al problema della casa.
«Una gemma all’interno di un quartiere che certamente non può essere definito tra i più belli, realizzata sicuramente grazie al presidente della Fondazione, Vincenzo Cacciaglia e all’organo direttivo», ha dichiarato il Sindaco che ha colto l’occasione per annunciare l’ultimazione di un ‘‘Piano decennale per la casa’’ che prima dell’estate dovrebbe essere portato in Consiglio comunale per l’approvazione finale.
Parole di grande soddisfazione e di elogio per i fautori di un’opera in grado di dare respiro a giovani coppie, permettendo loro di mettere da parte qualche risparmio per affrontare tra quattro anni le spese del mutuo per l’acquisto di una casa tutta loro, sono giunte anche dal Vescovo: «Tre anni fa Monsignor Chenis aveva benedetto la prima pietra di questa meravigliosa struttura. Oggi – ha detto – ne raccolgo i frutti prendendo parte alla consegna di questo ambiente dove le famFONDAZIONEiglie possono vivere serenamente».
«Quanto realizzato lega perfettamente economia e sociale – ha spiegato il vicepresidente dell’organo d’indirizzo della Fondazione, Enrico Chiacchierini – Un itinerario che tutti dovrebbero seguire perché è proprio il legame tra Cultura, economia e sociale a creare un miglioramento della qualità della vita».

ULTIME NEWS