Pubblicato il

Cresce l'attesa per il Palio

ALLUMIERE – Mancano meno di 15 giorni all’evento clou di Allumiere, ossia il Palio delle Contrade. La manifestazione, ideata da Riccardo Rinaldi quasi 50 anni fa, nel corso degli anni si è radicata talmente tanto in collina che ormai è parte integrante del paese: tutto ruota attorno a questo appuntamento e le Contrade sono in fermento. Quest’anno massiccia è stata l’affluenza dei giovani all’interno delle contrade e i risultati finora si sono visti nelle feste. Intorno a questa kermesse gioie, dolori, passioni e tanto volontariato. Il Palio però ‘‘non è bello se non è litigarello’’ e quindi anche per quest’anno le polemiche non mancano. Questa volta a muovere le acque è proprio Rinaldi, il quale proprio non ha gradito l’idea di dedicare il 47^ Palio di Allumiere all’Unità d’Italia e le sue rimostranze le ha fatte pubblicamente. «Nel 1965 – spiega Rinaldi – fu sancita la regola per cui ogni cencio doveva riportare avvenimenti significativi della storia locale. L’Unità d’Italia cosa ha a che vedere la grande storia con le vicende di casa nostra? Inserendo nel tema il ricordo di Antonio Brunelli, garibaldino allumierasco è una forzatura ma almeno ha consentito di non andare del tutto fuori tema. Accetto democraticamente la decisione della maggioranza, ma come argomento sarebbe stato più giusto il 550^ anniversario della scoperta dell’allume sui nostri monti, visto che questa scoperta che ha dato i natali alla nostra cittadina. Purtroppo si è privato Allumiere della sua festa di compleanno».
Rom. Mos.

ULTIME NEWS