Pubblicato il

Discarica, protestano Fiumicino e Allumiere

Oltre cento cittadini in piazza a Roma per scongiurare la cosiddetta ‘‘Malagrotta bis’’ Esposto un mega striscione davanti al consiglio regionale del Lazio Bonessio: «Questa situazione di rimpallo di competenze sta creando una vera e propria emergenza»

Oltre cento cittadini in piazza a Roma per scongiurare la cosiddetta ‘‘Malagrotta bis’’ Esposto un mega striscione davanti al consiglio regionale del Lazio Bonessio: «Questa situazione di rimpallo di competenze sta creando una vera e propria emergenza»

 FIUMICINO – Continuano le proteste dei comitati cittadini per scongiurare la cosiddetta ‘’Malagrotta bis’’ nel loro territorio. Dopo il comitato di Valle Galeria che nei giorni scorsi ha manifestato alla Pisana contro la localizzazione della nuova discarica a Monti dell’Ortaccio, oggi sono scesi in piazza un centinaio di cittadini appartenenti al comitato ‘‘Rifiuti Zero Fiumicino’’ che hanno esposto davanti al consiglio regionale del Lazio un grande striscione con su scritto: ‘’No a inceneritore e discarica a Palidoro. Si alla raccolta differenziata porta a porta’’. I manifestanti si sono opposti non solo all’ipotesi di una discarica indifferenziata sul territorio di Fiumicino ma, ha spiegato il portavoce del Comitato Massimo Piras, «in qualunque sito della provincia di Roma». Al presidio hanno partecipato, infatti, anche cittadini di Allumiere per «allontanare lo spettro della discarica» anche dal loro territorio. Sotto la sede della Pisana, erano presenti, tra gli altri, Nando Bonessio in rappresentanza dei Verdi e Tonino D’Annibale del Pd. «Questa situazione di continuo rimpallo delle competenze – ha commentato Bonessio – sta creando una vera e propria emergenza nel Lazio. Il problema vero è che il modello a cui si ispira questo piano rifiuti è quello degli inceneritori e delle discariche senza puntare realmente sul porta a porta, sul riciclo e sul riuso». Il presidente regionale dei Verdi, Bonessio, ha anche colto l’occasione per criticare la Federlazio, che nei giorni scorsi ha annunciato la serrata delle discariche per i comuni insolventi.

ULTIME NEWS