Pubblicato il

Divino Etrusco, quattro giorni di degustazioni ed eventi a Tarquinia

Dal 5 all’8 agosto ritorna la festa enoculturale nel centro storico. Anteprima al Lido dal 29 al 31 luglio

Dal 5 all’8 agosto ritorna la festa enoculturale nel centro storico. Anteprima al Lido dal 29 al 31 luglio

TARQUINIA – Quattro giorni di degustazioni, musica ed eventi culturali nel centro storico di Tarquinia, preceduti da un’anteprima (29, 30 e 31 luglio) al Lido, con degustazioni di prodotti tipici a cura della Pro Loco. Questo è ciò che promette l’edizione 2011 di DiVino Etrusco, in programma nella cittadina tirrenica dal 5 all’8 agosto. La manifestazione, organizzata con il contributo del Comune di Tarquinia, della Camera di Commercio di Viterbo e dell’Università Agraria, rientra nell’ambito delle Feste del Vino della Tuscia e punta a celebrare la cultura e la storia di una terra rinomata come quella di Tarquinia e della Maremma. Tutto nel segno di una moderna strategia di valorizzazione dei suoi aspetti più caratteristici e famosi: la storia etrusca ed il vino. L’obiettivo dichiarato è quello di superare le 50mila presenze fatte registrare lo scorso anno, grazie ad un evento in cui l’amministrazione comunale e il sindaco Mauro Mazzola in primis credono molto. Il percorso enogastronomico prevede degustazioni guidate di vini provenienti dalle dodici città etrusche che, secondo la tradizione, costituirono la più potente lega economica, militare e religiosa di questo popolo: Tarquinia, Vulci, Bolsena, Orvieto, Cerveteri, Veio, Piombino, Chiusi, Perugia, Arezzo, Volterra, Cortona presenteranno ciascuna i loro vini. A tutti i visitatori verranno consegnati bicchiere, una tracolla e un carnet che dà diritto alle degustazioni. Le cantine presenti saranno 15, visto che quelle della città ospitante ci saranno tutte. DiVIno Etrusco, peraltro, si prepara anche ad andare fuori regione: contatti in tal senso sono stati avviati con le città di Orvieto, Perugia ed Arezzo. Perché gli Etruschi? Perché grazie a loro l’arte della coltivazione della vite migrò verso le regioni centro-settentrionali della penisola italica probabilmente intorno al II millennio a.C. Agli Etruschi si deve la diffusione della vitis vinifera sativa e quindi dell’inizio della cultura del vino, concorrendo, nel tempo, a fare del vino e del buon bere uno degli elementi culturali più importanti del nostro Paese. Le serate di DiVino Etrusco avranno inizio alle ore 20. Oltre al percorso enogastronomico e alle degustazioni guidate, nelle piazze del centro di Tarquinia si esibiranno gruppi musicali, saranno aperte mostre artistiche e si svolgeranno eventi ludici, manifestazioni di vario genere, per una quattro giorni all’insegna di cultura, divertimento e tipicità locali. Fondamentale, infine, è stato l’apporto dei commercianti. “Abbiamo puntato su questa manifestazione – afferma Maurizio Leoncelli, presidente dell’associazione Tarquinia Viva – può davvero essere il volano per una nuova rinascita del centro storico: lo scorso anno è andata molto bene, quest’anno faremo meglio”.

ULTIME NEWS