Pubblicato il

'Estate sicura'  estesa a tutto il litorale

OSTIA  – Per il secondo anno consecutivo sarà operativo dal 2 luglio al quattro settembre il piano di potenziamento dell’assistenza sanitaria nelle località balneari e garantire la sorveglianza e la sicurezza negli arenili non protetti. L’iniziativa ‘Estate sicura-mare sicuro’ è stata illustrata oggi ad Ostia presso lo stabilimento balneare La Vecchia Pineta, dalla presidente della Regione Lazio Renata Polverini che ha inoltre assistito ad alcune dimostrazioni pratiche di soccorso in mare. E’ stato presentato inoltre l’avvio degli interventi di ripascimento, iniziato oggi nel tratto compreso tra il Canale dei Pescatori e lo stabilimento Kursaal continuerà per tutto il mese di luglio in stati di avanzamento ‘parcellizzati’, così da interferire il meno possibile con la stagione balneare in corso. “In via sperimentale – ha spiegato Polverini – lo scorso anno è stato promosso un piano di assistenza sanitaria potenziata a costo zero per l’amministrazione regionale, che ha interessato l’ospedale Grassi, e quindi il litorale di Ostia, dove è stato previsto un ambulatorio esclusivo dedicato ai Codici Bianchi così da evitare il sovraffollamento della normale attività di Pronto Soccorso. I risultati sono stati positivi: nel 2010 l’ambulatorio esclusivo per i codici bianchi ha visto i medici di famiglia, che hanno garantito il servizio, trattare 39 codici bianchi nel fine settimana critico di luglio e 43 in quello di agosto. La presenza dell’ambulatorio ha consentito di rendere più rapido ed efficiente il trattamento di tutti gli altri codici con il servizio generale”. L’edizione 2011 di Estate Sicura estende a tutto il litorale regionale le azioni del Piano Estate Sicura 2010 sperimentato nella asl Rm D. Oltre a ripetere il progetto ad Ostia, sono coinvolti Tarquinia, Anzio, Civitavecchia, Latina con l’impegno fattivo delle Asl Rm D, Rm H, Rm F e quelle di Viterbo e di Latina. “In alcuni territori durante l’estate – ha sottolineato la presidente della Regione Lazio – l’incremento di popolazione risulta elevatissimo. Nel XIII Municipio (Ostia) a fronte di circa 290mila residenti si registrano medie giornaliere estive di 600mila persone con picchi fino 1 milione e 200mila presenze; nel territorio di Anzio-Nettuno si passa dai 100mila residenti a picchi di 500mila. L’aumento di bagnanti si traduce in incremento di accessi alle strutture di primo e pronto soccorso, soprattutto codici bianchi e verdi. Basti pensare che nel mese di agosto, al pronto soccorso di Tarquinia si registra un aumento di accessi di codici bianchi del 322 per cento in più rispetto al mese di marzo, e un 68 per cento in più di codici verdi. Di qui la necessità di rafforzare l’assistenza sanitaria in queste località”. Le azioni previste nel piano Estate Sicura 2011 sono così articolate. Nella Asl RmD l’ambulatorio dei codici bianchi e verdi dell’ospedale Grassi continuerà ad essere operativo tutti i giorni da lunedì alla domenica con l’orario di apertura che verrà esteso dalle 8.00 alle ore 20.00. A Luglio sempre al Grassi è prevista l’apertura straordinaria il sabato mattina della radiologia, per effettuare Tac, Ecografie e Risonanza Magnetica Nucleare e il potenziamento della chirurgia, con particolare attenzione agli interventi di ortopedia. Per i pazienti già “triaggiati” ovvero che hanno già effettuato le operazioni di accettazione ci sarà una sala d’attesa dedicata sotto osservazione infermieristica.Verrà inoltre diffuso del materiale informativo sul piano estate in tutti gli stabilimenti balneari e le stazioni Metro. Nell’Asl di Viterbo ASL presso l’ospedale di Tarquinia da giovedì a domenica con un infermiere dalle 8 alle 20 sarà attivo un ambulatorio codici bianchi. Un piano operativo regionale di intervento per la prevenzione degli effetti sulla salute delle ondate di calore con sorveglianza sanitaria delle persone anziane che rimangono sole nel periodo estivo e degli anziani ospiti in Rsa, sarà operativo nella Asl Rm F che vedrà nei principali presidi sanitari Ambulatori aperti nei weekend con orario 8 – 14 e in alcuni weekend 8 – 20. Presso l’ospedale San Paolo e il poliambulatorio di Via Etruria a Civitavecchia, il poliambulatorio di Ladispoli, l’ospedale Padre Pio Bracciano, il poliambulatorio di Capena verranno effettuati esami diagnostici e visite specialistiche maggiormente richieste e che fanno registrare tempi d’attesa più lunghi rispetto alla norma. L’ospedale di Anzio, Asl Rm H avrà un ambulatorio per i codici bianchi aperto dal lunedì alla domenica! con orario 8 – 20. Mentre nell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina ci sarà un ambulatorio per codici bianchi, operativo tutti i giorni dal lunedì al sabato h24 su tre turni più uno spazio per ricevimento e accoglienza. Quest’anno, in collaborazione con l’Ares 118, saranno operative quattro ambulanze con medico a bordo e 13 ambulanze, cinque delle quali ad Ostia che avrà anche un’automedica. I mezzi di soccorso stazioneranno presso stabilimenti balneari, campeggi, piazzole di sosta lungomare, ed effettueranno ove possibile, pattugliamento delle strade nelle ore a maggiore intensità di traffico. Il servizio sarà effettuato dalle ore 9 alle ore 22 circa e sarà prolungato fino alle 24 nelle giornate di maggiore afflusso turistico. Dal primo luglio sarà attivo tutti i giorni. Potenziati anche i punti di primo soccorso sanitario fissi e mobili che si trovano nei territori delle Asl interessate dai flussi turistici estivi, comprese anche le zone montane come il Terminillo e i laghi. Il piano mare sicuro 2011 prevede 81 postazioni di sorveglianza (torrette) garantite tutti i sabato, domenica e giorni festivi nel periodo compreso tra il 18 giugno e il 18 settembre. Per la settimana di Ferragosto l’assistenza sarà garantita tutti i giorni. L’iniziativa, coordinata dalla Direzione regionale Protezione civile con la collaborazione del comando generale delle Capitanerie di Porto competenti territorialmente, vedrà la partecipazione dei volontari delle organizzazioni di Protezione civile e si articolerà con presidi da parte di volontari con qualifica di ‘assistenza bagnanti’ per il controllo degli arenili pubblici non vigilati; pattugliamento e monitoraggio dei tratti di mare con mezzi idonei (gommoni) con a bordo volontari di protezione civile coordinati dalla Sala operativa regionale e dalle Capitanerie di porto regionali-Guardia costiera competente per territorio. Particolare attenzione per il turismo accessibile, verranno infatti acquistate sedie a rotelle in grado di camminare su sabbia e apposite pedane, per consentire anche alle persone disabili un facile accesso al mare. “Con il progetto ‘Mare Sicuro’ – conclude Polverini – la Regione garantisce anche quest’anno la sicurezza ai cittadini sul fronte della balneabilità. Nel 2010 gli interventi garantiti in tre mesi circa di attività sono stati 628 nelle località di mare e 69 nei laghi. Tra questi ci sono stati 70 salvataggi a mare e 19 in lago, 124 interventi di assistenza a natanti in difficoltà in mare e 35 in lago; 20 uscite per ricerca dispersi in mare”.

ULTIME NEWS