Pubblicato il

Fiumicino, a fuoco appartamento: donna svenuta salvata dalla Polizia

FIUMICINO – Ha rischiato grosso una donna di 57 anni che ieri sera, a Fiumicino, è rimasta intossicata dal fumo che si è sprigionato dal suo appartamento in fiamme. Sono circa le 22,30 quando scatta l’allarme al 113 per una donna che chiedeva aiuto da una finestra di un appartamento di via G. Cena. Pochi minuti e gli agenti del Commissariato di Fiumicino, diretto da Patrizia Sposato, sono giunti sul posto notando una nube di fumo fuoriuscire dall’appartamento segnalato. Immediatamente gli agenti salivano le scale e arrivati davanti alla porta dell’appartamento in fiamme udivano la voce di una donna che dall’interno chiedeva aiuto. A questo punto i poliziotti hanno cercato di aprire la porta ma essendo blindata non sono riusciti nell’intento. Dopo essere entrati nell’appartamento sottostante, per mezzo di una scala, si sono arrampicati sul terrazzino dell’appartamento in fiamme e dopo aver rotto i vetri della finestra si sono introdotti all’interno. Aperte tutte le finestre dell’immobile per far uscire il fumo si sono messi alla ricerca della donna trovandola a terra, priva di sensi, in prossimità della porta di ingresso. Trasportata sul terrazzino, al riparo dal fumo e dalle fiamme, dopo pochi minuti la donna riprendeva i sensi. Nel frattempo sul posto sono giunti anche i VV.FF., che hanno provveduto a spegnere l’incendio, e personale del 118 che dopo aver prelevato la donna la trasportavano in ospedale. M.P., di 56 anni è ora ricoverata ma le sue condizioni non sono gravi. In merito ai motivi dell’incendio sono quasi certamente da attribuire a cause accidentali.

ULTIME NEWS