Pubblicato il

«Il bando sui parchi pubblici va sospeso»

Lo chiede il segretario del Partito democratico a seguito delle proteste di alcuni cittadini che parlano di scarsa trasparenza. Patrizio De Felici: «Non capisco questa amministrazione che visione abbia dei beni comuni e perché pensi che il verde sia solo un elemento accessorio». Rincara la dose Simona Ricotti (Forum ambientalista): «Un atto di questo tipo deve avere l’autorizzazione del consiglio superiore dei Lavori pubblici»

Lo chiede il segretario del Partito democratico a seguito delle proteste di alcuni cittadini che parlano di scarsa trasparenza. Patrizio De Felici: «Non capisco questa amministrazione che visione abbia dei beni comuni e perché pensi che il verde sia solo un elemento accessorio». Rincara la dose Simona Ricotti (Forum ambientalista): «Un atto di questo tipo deve avere l’autorizzazione del consiglio superiore dei Lavori pubblici»

di MARTINA DE ANGELIS

CIVITAVECCHIA – Circa 30 persone si sono date appuntamento questa mattina, al parco Yuri Spigarelli di San Gordiano, per discutere sul bando di gara del Comune uscito il 27 luglio scorso, per la ‘‘concessione dei lavori pubblici relativi alla riqualificazione e gestione funzionale ed economica’’ di tre parchi pubblici a enti privati. I comitati di quartiere, le associazioni e i cittadini si chiedono come sia possibile che di un bando del genere non ne sapessea niente nessuno, e si domandano se possa essere legittimo che il parco del loro quartiere possa diventare da bene comune a bene privato. «Un bando mediante convenzione come questo, è di competenza del consiglio comunale, e per quanto mi riguarda non è stato così. Quindi ora che è stato scavalcato noi possiamo per legge impugnare l’atto e rivederlo in sede di deliberazione». Così dichiara il consigliere comunale Alessandro Manuedda, ieri mattina presente anche lui a San Gordiano: «Inoltre è stata scavalcata anche la Commissione Ambiente – continua Manuedda – che sapeva, ma stava tranquilla in quanto serve prima il passaggio anche in consiglio, invece il bando di gara è stato subito pubblicato». Molti i cittadini che si stanno interessando a tutta la vicenda, infatti hanno già previsto un secondo incontro ad un altro dei tre parchi in oggetto dell’atto, quello dell’Uliveto, mercoledì alle 18.30. Il sospetto che sorge spontaneo tra i civitavecchiesi è «perché un bando del genere, proprio nel mese di agosto, quando la maggior parte delle imprese, che svolgono i lavori di riqualificazione, sono in ferie?». «Legittimamente parlando poi c’è da dire che il dialogo competitivo – sottolinea Simona Ricotti del Forum Ambientalista – vale solo per opere particolarmente complesse, e non mi sembra il caso dei parchi. In più – aggiunge – un atto di questo tipo deve avere l’autorizzazione del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Insomma questa Amministrazione ha dato un’altra prova del suo mancato interesse per governare anche per una questione semplice come quella dei parchi». Della stessa opinione Patrizio De Felici che ha preso parte all’incontro a parco Spigarelli: «Prima di impegnarmi come segretario del Pd, come cittadino mi premurerò, come gli altri, di diffondere informazione per il bando. Non capisco questa Amministrazione – dichiara De Felici – che visione ha dei beni comuni e perché pensa che il verde pubblico sia un elemento accessorio per attività private. Soprattutto i parchi devono essere un luogo di aggregazione e una spinta in più alla crescita sociale e culturale».

ULTIME NEWS