Pubblicato il

«Vergognoso impedire l’autoconvocazione»

Consiglio Comunale. Marietta Tidei (Pd) contesta le affermazioni del presidente Francesco Cappellani. «Si scusi per la pessima conduzione dei lavori». Immediata la replica: «Indecente la gazzarra di giovedì»

Consiglio Comunale. Marietta Tidei (Pd) contesta le affermazioni del presidente Francesco Cappellani. «Si scusi per la pessima conduzione dei lavori». Immediata la replica: «Indecente la gazzarra di giovedì»

CIVITAVECCHIA – «Vergognoso che il presidente del consiglio Francesco Cappellani provi a negare ai consiglieri la possibilità di autoconvocare i consigli».
Non si placano le polemiche all’indomani del consiglio comunale sull’assegnazione delle casette di legno a San Liborio, autoconvocato da sette consiglieri comunali.
A tornare alla carica è il consigliere Pd Marietta Tidei, criticando quanto dichiarato dal Presidente del Consiglio: «Prima di bacchettare l’opposizione – ha spiegato Tidei – Cappellani dovrebbe scusarsi per la pessima conduzione dei lavori del Consiglio, la peggiore della storia della città, visto che per discutere una mozione o per poter avere risposta ad una interrogazione ci vuole mediamente un anno poiché ormai si tiene un consiglio ogni 3 mesi. Sono quattro anni che chiediamo al Presidente di poter tenere un Consiglio per ‘‘smaltire’’ tutte le mozioni e le interrogazioni e non ci è mai stata concessa questa possibilità».
Immediata la replica del presidente del Consiglio Francesco Cappellani: «Non ho intenzione di polemizzare, tanto meno con un consigliere comunale. Vorrei precisare – prosegue Cappellani – che di indecente nella seduta di giovedì c’è stata solo la gazzarra organizzata dal consiglio. Inoltre, mi spiace che Tidei, in quell’occasione, abbia abdicato al suo ruolo di consigliere per favorire la chiassata di piazza».
Per quanto riguarda, invece, la denuncia del Consigliere comunale d’opposizione sulla frequenza con cui vengono convocati i consigli comunali, Cappellani precisa: «La massima assise cittadina viene convocata solo quando ci sono atti da produrre».

ULTIME NEWS