Pubblicato il

Lumacata ad Allumiere, battuto ogni record

Nel piazzale Cesare Moroni continua la festa: domenica gran finale con lo spettacolo di Giuliani Dopo soli tre giorni la Contrada Sant’Antonio è entrata nel guinness dei primati. Stasera balli di gruppo

Nel piazzale Cesare Moroni continua la festa: domenica gran finale con lo spettacolo di Giuliani Dopo soli tre giorni la Contrada Sant’Antonio è entrata nel guinness dei primati. Stasera balli di gruppo

ALLUMIERE – Dopo solo tre serate la Contrada Sant’Antonio ha battuto il record delle lumache vendute. Nel piazzale Cesare Moroni, cuore della contrada biancorossa, anche quest’anno il presidente Sante Superchi e i suoi contradaioli stanno dando vita alla ‘‘Sagra delle Lumache’’ che sta richiamando avventori a frotte da tutto il comprensorio. Lo scorso anno i biancorossi avevano battuto il record servendo 100 mila lumache e già si pensava che questo risultato fosse imbattibile, invece ne sono state vendute oltre 100 mila in sole tre serate. «E’ un risultato eccezionale che sta andando oltre ogni nostra più rosea aspettativa – ha spiegato Superchi – la cosa più bella poi sono i tanti complimenti che stiamo ricevendo. Ringrazio quelli che sono venuti e invito a non mancare alle ultime due serate. Sabato sera ci sarà l’intrattenimento musicale di Rita e la sua band con balli di gruppo; domenica sera ci sarà il gran finale con una cover di Renato Zero e soprattutto con lo spettacolo del cabarettista Antonio Giuliani. Domenica poi alle 9 ci sarà il motoraduno e alle 12.30 verrà aperto lo stand enogastronomico. Ringrazio già da ora le cuoche, i contradaioli che stanno collaborando e anche il duo Marcello Loreti-Giuseppe Sestili». Oltre 140 biancorossi sono a maniche rimboccate al servizio di coloro che decideranno di vivere un week end diverso all’insegna dell’allegria, dell’aria buona della collina, della tradizione e dei sapori eccezionali dei piatti succulenti preparati dalle cuoche del Sant’Antonio. A farla da padrone di certo le lumache ma anche bruschette miste, penne al pomodoro, pasta del Santo, gnocchetti al sugo di lumaca; trippa al sugo, maialino, cinghiale in umido, salsicce alla griglia e contorni a scelta; il tutto bagnato dall’ottimo vino genuino locale. Fornitore della sagra delle Lumache è Stefano Sforzini, elicoltore collinare che più volte è salito agli onori della cronaca e molti mass media si sono occupati del suo allevamento. A margine della sagra del Sant’Antonio Sforzini ha organizzato una mostra fotografica composta da 15 cartelloni dove la lumaca non viene trattata solo dal punto di vista gastronomico ma nche storico, medico-scientifico, cosmetico, ecc. E’ in atto anche un concorso cine-fotografico sul tema della lumaca. (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS