Pubblicato il

Parcheggi, nuovo weekend stessi problemi a Montalto e Pescia

MONTALTO DI CASTRO – “Nuovo weekend, stessi problemi”. Esordiscono così gli esponenti dell’associazione “Noi di Montalto e Pescia” che denunciano ancora problemi di parcheggio alle Marine di Montalto e Pescia Romana. “I turisti ed i cittadini che nel fine settimana vorrebbero godersi un po’ di mare, devono fare i conti con l’impossibilità di parcheggiare – dicono dal direttivo dell’associazione – Le scelte sbagliate dell’amministrazione Carai, come quella di vendere un parcheggio pubblico per farci costruire un centro commerciale, di destinare un altro parcheggio pubblico al mercatino dei cinesi, di trascurare completamente le spiagge di Pescia Romana dove gli stabilimenti balneari hanno dovuto affittare dei terreni per le auto dei loro clienti, di farsi soffiare il parcheggio sul fiume Fiora, stanno danneggiando fortemente la stagione estiva ed il comparto turistico. Questo non è il modo corretto di promuovere l’immagine del nostro paese e di sostenere il turismo e le attività stagionali che danno da vivere a molte famiglie e offrono servizi agli utenti. L’Amministrazione Carai, oltretutto, pochi mesi fa ha anche bocciato la nostra proposta di riservare dei parcheggi alle donne in gravidanza o con neonati al seguito, i cosidetti “parcheggi rosa” che ormai sono una realtà consolidata in molti comuni d’Italia”. “Questo atteggiamento ostile e non collaborativo – attaccano dall’associazione – è di certo dannoso per il paese. Noi crediamo che debba essere aperto un confronto con i commercianti delle Marine di Montalto e Pescia per ascoltare i problemi quotidiani che devono affrontare, come le lamentele dei turisti sulle inefficienze della gestione amministrativa e sul fatto che devono sistematicamente fare i conti con le contravvenzioni, perché costretti a parcheggiare dove trovano un angolo libero. Crediamo inoltre che il Consiglio Comunale debba individuare dei terreni, anche privati, per destinarli a parcheggi. Questi parcheggi, se lontani dalle spiagge, potrebbero essere serviti da autobus navetta, magari bus elettrici, seguendo un percorso fisso per tutto il litorale per offrire continuamente la possibilità ai turisti ed ai nostri cittadini di collegare la spiaggia con la loro autovettura. Questo sistema, di facile attuazione e di basso costo, sarebbe la soluzione più semplice ad una problematica che sta gravemente compromettendo la stagione estiva e l’immagine del nostro paese”. “Invitiamo – concludono – i nostri amministratori ad aprire un serio e sereno confronto che guardi realmente alla soluzione del problema, senza perdersi in sterili discussioni che non servono a nessuno”.

ULTIME NEWS