Pubblicato il

Pomodorificio, la Perinelli si schiera con Mazzola

Il segretario della Cgil auspica l’intervento di un imprenditore viterbese

Il segretario della Cgil auspica l’intervento di un imprenditore viterbese

TARQUINIA – Il Segretario Generale della Cgil di Viterbo, Miranda Perinelli, si schiera al fianco del sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola, sulla querelle relativa al pomodorificio, che da giorni tiene banco nella città etrusca.
«Sono anni che chiediamo a più riprese la riapertura del pomodorificio a Tarquinia – dice la Perinelli – visto che la chiusura comportò la perdita di circa 100 posti di lavoro, e che in questo momento, più che mai, sarebbe un sollievo per l’occupazione. Perciò non possiamo che condividere e apprezzare la volontà e la determinatezza del sindaco Mauro Mazzola, che il conservificio di Tarquinia non deve essere dismesso, abbiamo la possibilità di riattivare un punto importante di trasformazione dei nostri prodotti della nostra terra senza portarli altrove, manca un imprenditore, che non è cosa da poco, se soprattutto si aggiunge l’aggettivo: serio, e serio vuol dire anche con un piano industriale altrettanto serio e credibile».
«E’ chiaro che l’imprenditore ipotizzabile e che viene in mente in primo luogo – prosegue il segretario della Cgil – è chi opera già nel settore dell’agro-industria, ma non è certo determinante, può interessare chiunque abbia voglia di scommettere sull’eccellenza dei nostri prodotti. Nel qual caso da parte nostra ci sarebbe la massima disponibilità per ogni tipo di intervento, rispetto al ruolo che ci compete, sicuramente verso l’Arsial e quindi la Regione Lazio, sicuramente nel facilitare ogni tipo di percorso che si vorrà intraprendere per concretizzarne il progetto. Auspichiamo che sia un imprenditore viterbese, sarebbe la migliore soluzione».

ULTIME NEWS