Pubblicato il

"Musica estate", tra tradizione e novità

Al via la nona edizione della rassegna promossa dalla Fondazione Ca.Ri.Civ. e dall’assessorato alla Cultura. Ad organizzare l’evento è ancora una volta l’associazione ‘‘Il Cantiere della Musica’’. Cambiano le location: il Forte Michelangelo e le Terme Taurine sostituite dalla ex chiesa di San Giovanni di Dio e dalla Cittadella

Al via la nona edizione della rassegna promossa dalla Fondazione Ca.Ri.Civ. e dall’assessorato alla Cultura. Ad organizzare l’evento è ancora una volta l’associazione ‘‘Il Cantiere della Musica’’. Cambiano le location: il Forte Michelangelo e le Terme Taurine sostituite dalla ex chiesa di San Giovanni di Dio e dalla Cittadella

CIVITAVECCHIA – Un appuntamento tra tradizione e novità quello con ‘‘Musica Estate’’, il ricco programma di concerti di musica etnica fortemente voluto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia e dall’assessorato alla Cultura, organizzato dall’associazione musicale ‘‘Il cantiere della Musica’’. Si tratta infatti della nona edizione, a testimonianza dell’importanza dell’evento, cresciuto negli anni ed affermatosi in tutto il territorio; ma sarà un’edizione nel segno della novità. I concerti, infatti, non si terranno più al Forte Michelangelo e alle Terme di Traiano, sostituiti dalla ex chiesa di San Giovanni di Dio a piazza Calamatta e dal giardino della Cittadella della Musica. «Due location dove si respira la civitavecchiesità – ha spiegato il presidente della Fondazione Ca.Ri.Civ. Vincenzo Cacciaglia – devo sottolineare la sinergia con il Comune per questo progetto che è andato via via migliorando con gli anni. Una musica di ‘‘nicchia’’ per certi aspetti, ma c’è bisogno anche di questo». Entusiasta anche il sindaco Moscherini che ha sottolineato l’importanza della vicinanza della Fondazione Ca.Ri.Civ. per la crescita anche culturale della città, annunciando che uno degli spettacoli previsti a San Giovanni di Dio potrebbe coincidere anche con l’inaugurazione di una piazza Calamatta completamente rinnovata. «Quest’anno abbiamo voluto proporre qualcosa di diverso – ha spiegato nel dettaglio il professor Mario Camilletti del Cantiere della Musica – dividendo la rassegna in due parti distinte. La prima sarà quella rappresentata dai concerti aperitivo alla ex chiesa di San Giovanni di Dio, il 6 ed il 7 luglio prossimo, con due turni alle 19 e alle 20. Protagonisti saranno Gabriella Aiello ed il chitarrista Riccardo Medile la prima sera e Tupa Ruja, con voce e didjeridu la seconda sera: il clima raccolto e familiare permetterà al pubblico di poter anche rivolgere domande agli artisti. Ci sposteremo poi dall’8 al 10 luglio alla Cittadella della Musica con la classica musica etnica: la prima sera ospiteremo Carlo Faiello per un viaggio nella musica partenopea, proseguiamo il 9 luglio con la piazzica di Pietro Cirillo e Tarumba, per chiudere con Cuartetango».

ULTIME NEWS