Pubblicato il

"Un consiglio comunale sull’autostrada"

TARQUINIA. i CONSIGLIERI MANESCHI E OLMI ESORTANO L’AMMINISTRAZIONE MAZZOLA «La popolazione non è stata adeguatamente informata»

TARQUINIA. i CONSIGLIERI MANESCHI E OLMI ESORTANO L’AMMINISTRAZIONE MAZZOLA «La popolazione non è stata adeguatamente informata»

TARQUINIA – I consiglieri comunali del popolo della libertà Marcello Maneschi e Silvano Olmi (Pdl) chiedono nuovamente al presidente del consiglio Alessandro Dinelli la convocazione di un consiglio comunale straordinario sul tema dell’autostrada tirrenica Livorno- Civitavecchia. «È urgente la convocazione di un consiglio comunale straordinario e aperto alla cittadinanza – dicono i due consiglieri di opposizione – in quanto la popolazione non è stata assolutamente informata sulle ricadute negative che l’autostrada avrà sul territorio e sulla vita dei cittadini». Il progetto definitivo dell’autostrada tirrenica, nel tratto Tarquinia-Civitavecchia risulta completamente modificato rispetto al tracciato approvato dalla maggioranza di centrosinistra nel 2008. In quell’occasione i consiglieri di opposizione votarono contro. «L’autostrada sarà realizzata sopra all’attuale Aurelia, ‘‘regalando’’ ad un privato un bene comune costruito e manutenzionato da sempre con le tasse dei cittadini onesti. Con l’autostrada, tra gli effetti immediati, si registrerà la chiusura di quasi tutte le stazioni di servizio carburanti presenti lungo l’Aurelia, mentre altre attività commerciali subiranno fortissimi disagi. Inoltre, nella fascia dei 150-200 metri dall’autostrada ci sarà un preoccupante innalzamento del livello d’inquinamento atmosferico. Ad essere colpiti saranno i residenti nel popoloso quartiere Peep-Madonna dell’Olivo. Infine, a causa della mancanza di un’idonea viabilità alternativa, i cittadini saranno costretti a pagare il pedaggio per recarsi a Montalto o a Civitavecchia. Quelli residenti nelle località di campagna dovranno percorrere itinerari tortuosi per raggiungere la città di Tarquinia». «I cittadini vanno informati – concludono Maneschi e Olmi – specialmente quelli che dovranno subire l’esproprio dei terreni e delle proprietà, che si trovano a ridosso dell’Aurelia e che saranno fagocitati dall’autostrada ‘‘spacca Maremma’’. Per questo rinnoviamo pubblicamente la richiesta di convocare con urgenza un consiglio comunale straordinario aperto».

ULTIME NEWS