Pubblicato il

"Una contestazione organizzata dall'opposizione"

Il sindaco Moscherini è intervenuto sull'episodio dei fischi ricevuti alla Marina in occasione del match di Emiliano Marsili

Il sindaco Moscherini è intervenuto sull'episodio dei fischi ricevuti alla Marina in occasione del match di Emiliano Marsili

CIVITAVECCHIA – “Un atto artificioso e personalizzato”. Così il sindaco Moscherini ha definito i fischi che lo hanno investito l’altra sera, prima del combattimento di Emiliano Marsili alla Marina. Neanche il tempo di aprire bocca che è partita la contestazione, fomentata “da una parte dell’opposizione” ha aggiunto il primo cittadino, tanto che l’unica frase pronunciata è stata “sarà un bel combattimento: e non mi riferivo certo a quello di Marsili – ha spiegato – ma alla campagna elettorale ormai bella che iniziata”. E proprio sulla campagna elettorale si è voluto soffermare Moscherini, parlando di “una cosa seria. Volevo iniziarla a settembre, ma mi costringono ad anticipare – ha sottolineato – il mio primo appello da candidato sindaco è ad abbassare i toni: che sia una campagna elettorale democratica e non da stadio. Spero che episodi come quello di domenica sera non accadano più, né da una parte né dall’altra”. E proprio in vista delle prossime amministrative Moscherini ha accolto con entusiasmo la proposta di candidatura del presidente della Compagnia Portuale Enrico Luciani. “Anzi – ha aggiunto – spero che tutta la sinistra scelga lui come candidato, soprattutto perché proviene da un ambiente lavorativo importante come il porto, che sempre più dobbiamo vedere come punto di riferimento per l’occupazione e per lo sviluppo del territorio. Il futuro non è nelle centrali, ma nel turismo e nel nostro porto: questo deve essere quindi il terreno per il confronto di idee, programmi e forze da mettere in campo”. Il primo cittadino ha poi paragonato quanto avvenuto sul ring a quello che è accaduto all’apertura del “Civitavecchia in festival”. “Lì sono salito sul palco e ho avuto modo di parlare al pubblico, anche di progetti e programmi: in cambio ho ricevuto applausi – ha spiegato – in questo caso, invece, neanche ho parlato e questo conferma che si è trattato di un atto organizzato da una parte del centrosinistra”. Moscherini ha infatti riferito di “non essere molto gradito a un certo numero di persone della Compagnia Portuale, che erano presenti domenica per assistere all’incontro”. E il Sindaco ha fatto riferimento anche “ai giovani del Partito democratico” e ad alcuni personaggi “che, dopo anni, ho iniziato a vedere di nuovo a partire dal consiglio comunale sulle casette di legno e che hanno come unico obiettivo quello di mandare a pattare le situazioni. Se pensano di intimorirmi e di scoraggiarmi sbagliano di grosso: troveranno pane per i loro denti. So già che lo stesso gruppetto si sta organizzando anche per domenica, quando la presidente Polverini sarà in città in occasione della cerimonia di inabissamento della statua della Madonna”. Analizzando la situazione attuale, Moscherini ha confermato di essere “il primo a sapere che il malcontento c’è, dato anche e soprattutto dall’attuale condizione economica. Ma la situazione peggiora – ha aggiunto – se a questo si aggiunge che cose che potrebbero dare “fiato” alla città come la Marina e il nuovo mercato vengono fatte prigioniere di atti di denuncia proprio della sinistra. Basti pensare a Manuedda, che nonostante la soluzione trovata dai tecnici in Regione sulla Marina, auspica un abbattimento dell’opera”.

ULTIME NEWS