Pubblicato il

Raid vandalico sul lungomare

MONTALTO DI CASTRO. Provvidenziale l’intervento di un vigilantes e dei Carabinieri Distrutte vetrine dei negozi, macchine e fioriere. In manette un romeno di 21 anni. Un altro è riuscito a fuggire ma ormai ha le ore contate

MONTALTO DI CASTRO. Provvidenziale l’intervento di un vigilantes e dei Carabinieri Distrutte vetrine dei negozi, macchine e fioriere. In manette un romeno di 21 anni. Un altro è riuscito a fuggire ma ormai ha le ore contate

MONTALTO – Notte di follia sul lungomare Harmine di Montalto di Castro.
Due giovani romeni residenti a Canino hanno danneggiato le macchine posteggiate, distrutto vetrine dei negozi e rovinato le fioriere senza alcun apparente motivo.
Questa vera e propria strage vandalica, inscenata sotto l’effetto dell’alcol, non è passata inosservata ad un vigilantes, in forze presso la ditta Marcoccia, impegnato nel servizio di controllo notturno. Proprio il vigilantes si è accorto di due persone che danneggiavano con violenza tutto ciò che trovavano nel loro percorso.
Immediatamente sono stati allertati i Carabinieri della locale stazione intervenuti subito con una pattuglia che era in servizio proprio in zona. In pochi secondi i militari del maresciallo Zampone hanno avvistato i due malfattori che si sono però dati alla fuga a piedi.
Ne è scaturito un concitato inseguimento sul lungomare, fino a che uno dei due è stato bloccato, mentre l’altro è fuggito facendo perdere le proprie tracce.
A.I.C. di 21 anni è stato condotto in caserma per le pratiche di rito, ma lì il romeno ha dato in escandescenza prendendo a calci e pugni due carabinieri e mettendo a soqquadro la sala d’attesa, ribaltando tavoli e sedie.
Nel tentativo di calmarlo i due militari hanno riportato contusioni alle braccia e al volto, giudicate guaribili in tre giorni dai medici dell’ospedale di Tarquinia presso cui si sono subito rivolti.
Ieri mattina il romeno è stato processato per direttissima e condannato, oltre al risarcimento dei danni, anche a sei mesi con il patteggiamento. Per l’altro romeno è solo questione di ore.
Ieri infatti i militari sono riusciti ad identificarlo e sarà fermato a breve. Ancora una brillante operazione degli uomini del neo comandante SebastianoZampone sempre in prima linea per prevenire i reati nella cittadina castrense. Soprattutto per il weekend i militari dell’Arma hanno intensificato i controlli sul litorale e su tutte le principali arterie stradali.

ULTIME NEWS