Pubblicato il

Rsa Calamatta, Moscherini scrive a Regione ed Asl

Il primo cittadino chiede di sospendere il subentro della Melanie Klein nella gestione della struttura. Squarcione dice di no  

Il primo cittadino chiede di sospendere il subentro della Melanie Klein nella gestione della struttura. Squarcione dice di no  

CIVITAVECCHIA – «Sospendere l’entrata della Melanie Klein nella gestione della struttura sino ad un definitivo chiarimento in ordine alla necessità di tutelare gli attuali livelli occupazionali secondo le normative contrattuali e di legge esistenti».
È la richiesta avanzata dal sindaco Gianni Moscherini in una lettera inviata alla governatrice del Lazio Renata Polverini e al direttore generale della Asl Salvatore Squarcione, all’indomani dell’incontro tra i sindacati di categoria e l’azienda che a partire dal 1° dicembre avrà in gestione la Rsa Calamatta, che di fatto non ha visto il raggiungimento di un accordo tra le parti per la salvaguardia dei posti di lavoro dei 35 dipendenti operanti nella struttura. Infatti se da una parte Cgil e Uil di categoria, assente invece la Cisl per ‘‘cause’’ ancora da accertare, hanno chiesto l’assorbimento dei dipendenti con contratto a tempo interdeterminato, dal canto suo l’azienda avrebbe optato per dei contratti d’inserimento, ben lontani dal tutelare i lavoratori anche in futuro. Sulla vicenda interviene anche il direttore generale della Asl Rm F Salvatore Squarcione: «La Asl è committente e non datore di lavoro. Proprio per questo motivo spetta alla Melanie Klein e alle organizzazioni sindacali risolvere questo tipo di problema». Nessuna sospensione del subentro in vista: «L’azienda ha vinto la gara e dal 1° dicembre dovrà garantire il rispetto del capitolato». 

ULTIME NEWS