Pubblicato il

Sequestro e violenza sessuale, due in manette

I carabinieri hanno arrestato il 28enne R.P. ed il 49enne E.D.P. Hanno costretto una prostituta a seguirli da Roma a Santa Severa e ad avere rapporti con entrambi

I carabinieri hanno arrestato il 28enne R.P. ed il 49enne E.D.P. Hanno costretto una prostituta a seguirli da Roma a Santa Severa e ad avere rapporti con entrambi

CIVITAVECCHIA – Brillante operazione dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile che, in poche ore, hanno dato un nome ed un volto a due uomini, accusati di violenza sessuale, sequestro di persona, detenzione di armi e segni distintivi delle Forze di Polizia. Si tratta del 28enne R.P. e del 49enne E.D.P., arrestati e trasferiti al carcere di Borgata Aurelia. All’Eur i due, la notte scorsa, hanno sottoposto a controllo alcune auto, fermando anche una prostituta di origine rumena. Spacciandosi per poliziotti, dopo averle mostrato una paletta per segnalazione stradale ed una placca delle forze di polizia la costringevano a salire sulla loro autovettura, allontanandosi in direzione di Civitavecchia. Giunti a Santa Severa mediante minaccia e violenza l’hanno costretta ad avere rapporti sessuali, peraltro non protetti, riaccompagnandola poi a Roma, a viale Marconi. La donna, notata una pattuglia della Polizia Locale, ha segnalato la targa dell’auto con la quale i due erano scappati. Da lì l’allarme al 112 e il tempestivo intervento dei carabinieri che, in poche ore, hanno chiuso il cerchio delle investigazioni, rintracciando i due, già noti ai carabinieri, che sottoposti a perquisizione personale e veicolare, venivano trovati in possesso di una paletta per segnalazione stradale, un distintivo appartenente alla Guardia di Finanza, di un lampeggiatore di colore blu, di alcune pistole giocattolo e di munizionamento da guerra.

ULTIME NEWS