Pubblicato il

Sistema Idrico, Mdc e Codici attaccano Hcs

In una nota parlano di affidamento illegittimo della gestione del servizio da parte del Pincio. L’assessore De Angelis replica: «La Srl è solo uno dei fornitori di acqua»

In una nota parlano di affidamento illegittimo della gestione del servizio da parte del Pincio. L’assessore De Angelis replica: «La Srl è solo uno dei fornitori di acqua»

CIVITAVECCHIA – Codici e Mdc all’attacco sulla vicenda relativa alla gestione del sistema idrico. «Invece di consegnare le reti e gli impianti al gestore del SII -si legge in una nota – il Comune ha costituito una società dove far confluire tali reti ed impianti, ponendosi così fuori dal sistema del SII previsto dalla legge Galli e dalla legge regionale del Lazio». Codici e Mdc ricordano la risposta del Conviri (Commisssione nazionale per la vigilanza sulle risorse idriche) del 27 giugno, che ha dichiarato illegittmo l’affidamento della gestione del servizio idrico integrato alla società Hcs. Definiscono inaccettable il comportamento del Sindaco, evidenziando «l’obbligo da parte dell’Ato2 di porre in essere ogni provvedimento finalizzato al ripristino della legalità». Di diverso avviso l’assessore al Bilancio, Giampiero De Angelis: «Il Comune non ha esternalizzato alcun servizio – ha spiegato – Hcs è solo un fornitore di acqua: il contratto i cittadini lo stipulano con il Comune che cura anche la distribuzione. È vero – prosegue – siamo obbligati ad entrare in Ato2, ma chi insiste a dire che la vendita del 60% di Hcs equivale a dire ‘‘vendita del settore idrico’’ lo fa strumentalmente».

ULTIME NEWS