Pubblicato il

Truffe con le schede telefoniche, un arresto

CIVITAVECCHIA – Pensava di averla fatta franca e di aver trovato il mondo di navigare in internet e usufruire di diversi servizi telefonici completamente gratis. Ma a smascherare un 41enne di Civitavecchia ci hanno pensato i militari della Compagnia della Guardia di Finanza, diretti dal capitano Fabio Ciancetta. Le fiamme gialle, infatti, dopo lunghe e minuziose indagini, hanno tratto in arresto l’uomo con l’accusa di truffa, sospettato di aver utilizzato i dati anagrafici di ignare persone, dopo esserseli procurati illecitamente, per l’intestazione di schede telefoniche di alcuni gestori nazionali e la sottoscrizione di abbonamenti a servizi vari. Anzi, attraverso questo stratagemma, il 41enne si era anche procurato computer e telefoni cellulari messi a disposizione dalle compagnie telefoniche per venderli poi “in nero”, con ampi guadagni. Gli ignari intestatari di contratti telefonici si vedevano recapitare dai gestori le bollette dei servizi erogati e mai ricevuti: da qui le denunce. In totale sarebbero state oltre trenta le persone truffate dal civitavecchiese. E così, a seguito degli accertamenti messi in campo dai militari della Guardia di Finanza, coordinati dalla Procura, è stato possibile delineare le modalità dell’ingegnoso sistema ideato dal truffatore e ricostruire puntualmente tutti i passaggi, dalla intestazione delle schede telefoniche alla sottoscrizione di contratti telefonici e di navigazione internet. Le indagini proseguono per verificare se vi siano o meno altre persone truffate.

ULTIME NEWS