Pubblicato il

Una scarpata verde ridarà la Marina alla città

Oggi il tavolo tecnico in Regione. La soluzione dopo il blocco dei lavori sarà rappresentata da un ‘‘sigillo’’ ai volumi eccedenti contestati. Giro: «I locali saranno ridotti e saranno usati per i servizi tecnici». Freedom all’attacco: «Troppo comodo rimediare con una pezza»

Oggi il tavolo tecnico in Regione. La soluzione dopo il blocco dei lavori sarà rappresentata da un ‘‘sigillo’’ ai volumi eccedenti contestati. Giro: «I locali saranno ridotti e saranno usati per i servizi tecnici». Freedom all’attacco: «Troppo comodo rimediare con una pezza»

CIVITAVECCHIA -I cantieri alla Marina potrebbero essere sbloccati presto. Definitivamente tombati con un nuovo progetto che prevede la realizzazione di una scarpata verde lungo la testata a sigillarne l’intero prospetto esterno, i volumi eccedenti da sempre contestati dalla Regione: «Ai lati – spiega il sottosegretario ai Beni culturali Francesco Giro – i volumi ancora esistenti saranno ridotti e destinati strettamente ai servizi tenici di manutenzione ordinaria della passeggiata come ad esempio la realizzazione di un serbatoio d’acqua per l’irrigazione dei giardini e delle aiuole». Unico modo per avviare la procedura per presentare l’istanza di compatibilità paesaggistica, l’unico strumento previsto dal Codice dei beni culturali e del paesaggio del 2004 per sanare un abuso paesaggistico. Progetti che l’amministrazione comunale conta di redarre in tempi brevissimi per accorciare i tempi di attesa per l’apertura dei cantieri. Non è soddisfatta della soluzione trovata al tavolo tecnico, il coordinatore politico di Freedom, Fabiana Attig: «Con il bene placito di tutti, compreso quello di chi dovrebbero vigilare e far rispettare la legge, apprendiamo che lo scandalo c’è ma che si può rimediare con una bella pezza. Troppo comodo. Noi civitavecchiesi – ha tuonato – rivogliamo sì la Marina, ma la vogliamo agibile, fruibile, ricca di servizi, arredi, commisurata ai soldi per la quale era stata progettata».

ULTIME NEWS