Pubblicato il

Disagi a Pescia Romana, Carai: "Sulla scuola non accettiamo lezioni da nessuno"

Il dirigente scolastico: "Il Comune ha fatto il suo dovere"

Il dirigente scolastico: "Il Comune ha fatto il suo dovere"

MONTALTO DI CASTRO – Un inconveniente nella scuola primaria di Pescia Romana – per altro derivato da cause non imputabili all’amministrazione comunale – diventa motivo di polemica elettorale da parte del gruppo di Alternativa Democratica. E sulla vicenda interviene immediatamente il dirigente scolastico facendo chiarezza su quanto avvenuto. “I lavori richiesti dall’amministrazione (tinteggiatura delle aule, sostituzione di 2 porte scorrevoli con relative tramezzature nella scuola primaria di Pescia Romana, posizionamento delle tende in aule  e uffici della scuola secondaria di Montalto di Castro – afferma infatti Grazia Olimpieri – sono stati realizzati nei termini concordati. Il personale della scuola, nonostante la prevista chiusura degli edifici, si è attivato per la pulizia e la risistemazione degli arredi. Le aule sono state tutte pulite e risistemate per tempo mentre nella scuola dell’Infanzia si è verificato un ritardo di qualche ora nel riposizionamento degli arredi e dei giochi, prontamente affrontato con misure organizzative ed alternative: accoglienza degli alunni nell’aula video della scuola dell’infanzia e predisposizione di altri ambienti”. Poi, sempre da parte del dirigente, arriva la spiegazione sulle cause dei disagi. “Di fatto, però – afferma infatti la dottoressa Olimpieri – probabilmente a causa dello sciopero del personale della scuola programmato per il giorni 9 e 10 gennaio e regolarmente comunicato dal dirigente scolastico, sono stati pochissimi gli alunni che hanno raggiunto la scuola con lo scuolabus e sono stati accolti nell’aula video della scuola dell’Infanzia mentre alcuni genitori che hanno accompagnato personalmente i figli hanno preferito non farli fermare. Le lezioni – conclude il dirigente – si sono comunque svolte regolarmente per gli alunni presenti ed è stato assicurato loro il servizio mensa ed il trasporto”. Sulla vicenda interviene in prima persona lo stesso sindaco di Montalto che punta il dito contro il comportamento del gruppo di Alternativa Democratica. “Ringrazio la dottoressa Olimpieri – afferma Salvatore Carai – per il suo giusto e puntuale chiarimento in merito alle presunte disfunzioni createsi alla scuola di Pescia Romana. Già con questa precisazione l’argomento potrebbe dirsi chiuso, voglio però dire – parte al contrattacco il sindaco – a questi signori che si celano dietro una sigla restando nell’anonimato che è scorretto usare in modo strumentale argomenti che riguardano la scuola per avere una propria visibilità politica”. Parole forti da parte del primo cittadino montaltese. “Vorrei sapere – continua Carai – a che titolo questa fantomatica associazione interviene nel dibattito, e chi sono. Inoltre in merito alla vicinanza al mondo della scuola non accetto lezioni da nessuno, tantomeno da persone che non firmano con il proprio nome i comunicati stampa. “Il nostro impegno nella scuola – sottolinea il sindaco – è nei fatti e sotto gli occhi di tutti, siamo sempre solleciti ad ogni richiesta. Questi lavori erano stati programmati per questo periodo di chiusura natalizia e sono stati realizzati. Voglio chiarire ulteriormente che il piano formativo presentato dal dirigente scolastico non deve essere obbligatoriamente finanziato dalla amministrazione municipale ma è una scelta propria del Comune affinché i nostri ragazzi possano avere a disposizione ogni elemento necessario ad un sempre maggiore apprendimento”.L’ultima stoccata del sindaco: “A questi signori che mi sembra vogliano confrontarsi su questioni che riguardano la nostra comunità ricordo che questo si ottiene nei luoghi appropriati e non certo facendosi propaganda sui giornali”.

ULTIME NEWS