Pubblicato il

Guerrini: «Inaudito votare in un’unica sede»

Guerrini: «Inaudito votare in un’unica sede»

PRIMARIE DEL CENTROSINISTRA. Mauro Guerrini ancora all’attacco: questa volta i problemi riguardano la location. «Un tentativo di sminuire il significato di questa competizione, ancora una volta si è messo mano subdolamente al regolamento»

CIVITAVECCHIA – Ancora nubi all’orizzonte sulle primarie del centrosinistra. Dopo le diatribe sulle votazioni in due giorni e le modalità di partecipazione da parte dei cittadini, un nuovo problema sembra essere quello della sede ove allestire i seggi. Ad alzare la voce l’esponente Pd Mauro Guerrini: «Prosegue il tentativo di sminuire il significato delle primarie. Ancora una volta subdolamente si è messa mano al Regolamento, già ampiamente contestato, decidendo che il luogo in cui avverranno le votazioni sarà unico: l’Aula Consiliare del Comune. Una decisione inaudita» e rammenta che mai in Italia sia stata presa una decisione simile, abbandonando l’idea di installare più gazebi nei punti nevralgici della città. «Passi il valore simbolico che si vuol dare al luogo della scelta, ma non bisogna dimenticare che i veri protagonisti delle primarie sono i cittadini e che le primarie sono un modo per farli sentire partecipi di un progetto. Protestiamo a gran voce contro questo metodo di annullare il potere decisionale dei cittadini e di imbavagliare il risveglio della democrazia. Esigiamo – conclude Guerrini – che vengano istituiti altri punti di votazione per garantire a tutti di esprimere la propria volontà facendo capire che la sovranità appartiene al popolo».

ULTIME NEWS