Pubblicato il

Scattata l'allerta per i volontari del comprensorio

CIVITAVECCHIA – «Siamo pronti ad intervenire qualora i colleghi toscani richiedano il nostro aiuto». Ad affermarlo è il presidente del Nucleo Sommozzatori Carmelo Scala. L’associazione che da anni fornisce un servizio fondamentale al litorale di tutto il comprensorio è esperta di interventi di soccorso come quelli che sono scattati a causa del disastroso incidente della nave di proprietà della Costa Crociere. Dopo i primi aiuti il compito dei sommozzatori sarà quello di verificare le cause dell’incidente e recuperare i corpi che potrebbero essere intrappolati all’interno del relitto. «Bisognerà attendere prima di entrare in azione che la nave si stabilizzi sul fondale – spiega Paolo Ballarini, sommozzatore di esperienza decennale in interventi di soccorso – Qualora scivolasse in profondità sarebbe davvero difficile intervenire».

Il numero importante di dispersi e le forti correnti, secondo gli esperti, potrebbero portare lungo le coste di Civitavecchia, e di tutto il litorale, anche diversi corpi degli sfortunati passeggeri della nave che non sono riusciti a salvarsi.

Lu. Gro.

ULTIME NEWS