Pubblicato il

Alla stazione arriva ‘‘il grande fratello’’

LADISPOLI. Entro la metà di febbraio sarà attiva la videosorveglianza nella zona ferroviaria In arrivo 16 nuove telecamere. Accordo tra Comune, Trenitalia e Polfer di Civitavecchia

LADISPOLI. Entro la metà di febbraio sarà attiva la videosorveglianza nella zona ferroviaria In arrivo 16 nuove telecamere. Accordo tra Comune, Trenitalia e Polfer di Civitavecchia

LADISPOLI – Pronta risposta del Comune di Ladispoli alla richiesta delle telecamere di videosorveglianza nei pressi della stazione ferroviaria. Nei giorni scorsi alcuni cittadini erano tornati a segnalare la presenza di vandali che sistematicamente imbrattano i muri del sottopasso lasciando ai passanti un disgustoso segnale di degrado e abbandono. Ma per gli ingoti writer è arrivato il momento di ‘‘cambiare mestiere’’. «Entro la metà di febbraio sarà attiva la videosorveglianza nella zona della stazione ferroviaria», assicura il sindaco Crescenzo Paliotta. Il primo cittadino della città balneare ha infatti annunciato che in settimana inizieranno i lavori per il posizionamento di 16 nuove telecamere. Di queste, tre saranno installate nel sottopasso della stazione, una nella sala aspetto e nella biglietteria, una in piazzale Roma ed una in via delle Rose lungo il muro perimetrale dello scalo. «Grazie all’accordo che l’amministrazione comunale ha raggiunto con Trenitalia e con la PolFer di Civitavecchia – ha spiegato Crescenzo Paliotta – riusciremo a mettere in sicurezza la stazione, il piazzale e il sottopasso ferroviario.  Ci auguriamo che queste telecamere, progettate con un sistema di antivandalismo, siano anche un ottimo deterrente contro chi incivilmente continua ad imbrattare i muri del sottopasso ferroviario dando così un’immagine di degrado e di abbandono che non deve assolutamente appartenere a Ladispoli. Proprio in questi giorni la Flavia Acque sta intervenendo nuovamente per ripulire tutti i muri». L’accordo raggiunto dall’amministrazione comunale con Trenitalia e Polfer prevede anche il collegamento delle telecamere, oltre che con la sede operativa, con la centrale operativa della Polizia Ferroviaria di Civitavecchia.  «Oltre alle telecamere nella zona della stazione ferroviaria – ha concluso Paliotta –  ne saranno istallate sei in viale Italia, una in piazzale Matteotti tre all’ingresso nord di Ladispoli. Queste si vanno a sommare alle 22 già esistenti. Il nostro obiettivo, comunque, è quello di estendere la videosorveglianza anche su tutto il lungomare».

ULTIME NEWS