Pubblicato il

Doppio evento in collina: è protesta

Nel mirino degli esponenti di ''Allumiere nel cuore'' la scelta dell'Università Agraria «Avevano proprio bisogno di ricorrere a questo mezzuccio? Vogliono prendersi anche Sant’Antonio?»

Nel mirino degli esponenti di ''Allumiere nel cuore'' la scelta dell'Università Agraria «Avevano proprio bisogno di ricorrere a questo mezzuccio? Vogliono prendersi anche Sant’Antonio?»

di ROMINA MOSCONI

L’associazione ‘‘S. Antonio Abate’’ della parrocchia di Allumiere in collaborazione con  il Comune, la Comunità Montana, l’Università Agraria e la Pro Loco sta dando vita in questi giorni ai festeggiamenti 2012 in onore di Sant’Antonio Abate, titolare della più antica Corporazione e della prima sede della parrocchia delle Allumiere, eretta nella cappella dei Cavallari. La settimana di festeggiamenti ha preso il via lo scorso 16 gennaio e proseguirà fino a domenica 22. Il solerte don Augusto e tutti gli aderenti all’associazione ‘‘Sant’Antonio abate’’ hanno organizzato tanti eventi sia in paese che a La Bianca, molti dei quali sono una costante ogni anno e sono entrati a far parte della tradizione allumierasca. Sul calendario dei festeggiamenti interviene però la minoranza del Comune di Allumiere. «Nel leggere il programma dei festeggiamenti di Sant’Antonio abate abbiamo avuto un sussulto – scrive il gruppo consigliare ‘‘Allumiere nel cuore’’ nella mozione indirizzata al sindaco Augusto Battilocchio e al presidente dell’Agraria di Allumiere Pasquini – il giorno 20 è in programma un grande avvenimento tradizional-folkloristico che da anni anima il paese ma sul calendario abbiamo notato che l’Agraria  incontra i cittadini proprio in questa festa. Ma vi pare possibile programmare tra i festeggiamenti in onore di S. Antonio, un santo molto amato nel nostro paese, una cosa del genere? Ma l’Agraria aveva proprio bisogno di usare questo mezzuccio a buon mercato per preparare un incontro con i cittadini? Vogliono prendersi anche S.Antonio?». 

ULTIME NEWS