Pubblicato il

Tenta estorsione all'ex datore di lavoro: arrestato a Fiumicino

FIUMICINO – Ha tentato un’estorsione ai danni del suo ex datore di lavoro. Il tentativo di truffa però è  stato smascherato dai Carabinieri che hanno arrestato a Fiumicino un egiziano di 24 anni, S. H.. La vittima, un italiano proprietario di un ristorante sul litorale di Fiumicino, qualche giorno prima ha invitato a cena il suo ex dipendente con il quale ha mantenuto un rapporto di amicizia nonostante la fine di quello lavorativo. L’ex dipendente, però, prima di andare via dalla casa della vittima ha portato via con se 70 euro in contanti, un orologio in oro ed un anello di brillanti per un valore totale di circa 8mila euro. Il giorno dopo l’uomo ha contattato la vittima e gli ha chiesto, in cambio della restituzione dei gioielli, 5mila euro, giustificando la somma richiesta come la buona uscita mai ricevuta per il suo lavoro svolto in passato. L’ex datore di lavoro ha però denunciato ai Carabinieri quanto gli stava succedendo. I militari hanno attivato subito un servizio in abiti civili, presentandosi all’appuntamento presso il ristorante della vittima dove ci sarebbe stato lo scambio di gioielli, facendo finta di essere dei clienti del ristorante. Non appena l’egiziano ha avvicinato la vittima, pretendendo il denaro scattato, è scattato il blitz dei carabinieri che lo hanno bloccato. L’uomo, poi associato al carcere di Civitavecchia,  è stato trovato in possesso dei gioielli rubati. È il secondo episodio analogo accaduto in pochi giorni sempre a Fiumicino, dove i carabinieri hanno arrestato persone che richiedono il “cavallo di ritorno” per della refurtiva.

ULTIME NEWS