Pubblicato il

Vincolo ambientale su Isola Sacra: corteo di protesta a Fiumicino

I manifestanti bloccati dalla Polizia

I manifestanti bloccati dalla Polizia

FIUMICINO – Contro il vincolo idrogeologico che pesa da tempo su Isola Sacra e che di fatto blocca l’attività edilizia in una zona rilevante di Fiumicino, in oltre 600 hanno sfilato questa mattina nella città costiera per dare visibilità alla serrata totale, con il blocco di mezzi e personale, di tutti i cantieri edili di Fiumicino. In testa al corteo, lo striscione «Basta vincoli su Fiumicino: i manifestanti sono arrivati sino davanti alla sede comunale. Al centro dell’agitazione, il vincolo idrogeologico deciso da tempo e non ritirato dall’Autorità di Bacino del Fiume Tevere, «che ha bloccato lo sviluppo urbanistico della città – dicono gli organizzatori – mettendo a rischio l’intera economia comunale, 2mila posti di lavoro e con le spalle al muro i tanti proprietari di piccoli lotti che pagano Ici per terreni sulla carta edificabili ma bloccati dai vincoli dell’Ab Tevere. La manifestazione è  stata indetta per chiedere che vengano tolti i vincoli Pr4 3 Ps5 che l’Autorità di Bacino Tevere ancora persiste nel mantenere nonostante la messa in sicurezza degli argini del tevere». La manifestazione, che ha ricevuto il sostegno dell’associazione dei pescatori di Fiumicino che protesta contro il caro gasolio,  è stata organizzata dal comitato spontaneo B4A e dall’associazione degli imprenditori edili di Fiumicino. Il lungo serpentone ha bloccato per alcuni minuti il Ponte Due Giugno, che collega Isola Sacra e Fiumicino, per poi dirigersi, con una parte dei manifestanti, verso l’aeroporto Leonardo Da Vinci. Il corteo è stato bloccato dalla Polizia.

ULTIME NEWS