Pubblicato il

Invalido al 100% senza una casa

Invalido al 100% e senza una casa. Un uomo di quarantacinque anni, è paralizzato dalla testa ai piedi, non può mangiare o bere autonomamente dal 2009, quando ebbe l’incidente alla Buca di Nerone, per un tuffo in mare. I medici dissero alla sorella, l’unica parente che si prende cura di lui, che sarebbe rimasto un «vegetale, invece per fortuna è lucido – afferma quest’ultima – ma senza un’assistenza durante tutto il giorno non potrebbe sopravvivere». Alternando periodi di terapia alla clinica S. Lucia di Roma, il 45enne risiede in un appartamento pagato grazie all’aiuto del comune di Civitavecchia, che sapendo del suo caso, ha cercato una casa delle dimensioni appropriate per le esigenge dell’invalido. Un appartamento in affitto, con contratto di 4 anni. Peccato che il Comune già dopo il primo anno ha smesso di pagare l’affitto, che tra accompagnamento e pensione di invalidità riesce ad avere solo 900 euro. Ora a un anno e mezzo dal mancato pagamento dell’affitto, verso la proprietaria, l’uomo e la sorella hanno un debito di circa 20 mila euro e una minaccia di sfratto, malgrado la donna si sia recata più volte dal Sindaco per un aiuto, che a parole ha avuto, ma nei fatti non c’è stato: il problema è che a quanto dice l’amministrazione «non c’è una casa disponibile e più economica». Da Natale nessuna notizie.

M.D.A.

ULTIME NEWS