Pubblicato il

Nasce l'atlante dei pollini allergenici

Terminata la prima fase del progetto ‘‘Atlante dei principali pollini allergenici dell’Alto Lazio Tirrenico’’ finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, promosso dal Centro Orto Botanico dell’Università della Tuscia. Censite alcune delle piante e dei pollini presenti nelle cittadine dell’Alto Lazio, derivanti soprattutto da «piante esotiche introdotte per fini ornamentali. E lo scopo dell’atlante – ha spiegato il direttore dell’Ortobotanica e responsabile del progetto, la professoressa Anna Scoppola – è proprio divulgare queste conoscenze estremamente importanti anche a fini applicativi». Si va dai cipressi «una pianta usata sia nei parchi pubblici che nelle alberature stradali, che nei giardini privati. In termini di pollinosi è una delle piante più importanti». Nell’elenco delle piante che possono procurare allergie anche l’ulivo «una pianta importante per Civitavecchia, presente soprattutto nel famoso parco che è quello dell’Uliveto» come ha invece spiegato il dottor Salomone Fracois, collaboratore del progetto grazie alla borsa di studio elargita dalla Fondazione Ca.Ri.Civ. «per permettere ai nostri giovani – ha spiegato il presidente della Fondazione Ca.Ri.Civ. Vincenzo Cacciaglia – di lavorare qui in Italia senza la necessità di doversi recare all’estero». La seconda fase sarà rappresentata dalla pubblicazione di un libro entro il mese di novembre e «la realizzazione – ha concluso la dottoressa Monica Fonck, coordinatrice dell’orto botanico – di tavole didattiche da portare all’interno delle scuole per la loro diffusione tra i ragazzi».

ULTIME NEWS