Pubblicato il

«Piano casa, limitazioni imposte senza criterio»

il commento del consigliere emanuele pepe (Fli) che ha votato contro la delibera di consiglio «Fuorviante parlare di tutela della costa e delle ville storiche»

il commento del consigliere emanuele pepe (Fli) che ha votato contro la delibera di consiglio «Fuorviante parlare di tutela della costa e delle ville storiche»

SANTA MARINELLA – Il consigliere di Futuro e Libertà Emanuele Pepe, spiega il perché del suo voto contrario alla delibera portata in consiglio comunale dalla maggioranza, sul Piano casa regionale. Il politico, infatti, non condivide il progetto presentato dall’assessore Angelo Grimaldi ritenuto troppo vincolante alle normative ambientalistiche. «Credo sia paradossale quello che è accaduto al consiglio comunale nella serata del 30 gennaio – dice Pepe – senza alcun raziocinio, si è riusciti in maniera disorganica e confusionale a limitare l’applicazione del Piano Casa nel nostro Comune, adducendo motivazioni fuorvianti per la platea dei presenti e per la popolazione tutta». «Innanzitutto – prosegue Pepe – il gruppo politico di Fli da me rappresentato è stato l’unico che è andato contro queste limitazioni imposte all’ultimo giorno senza criterio. Parlare di tutela della costa in questa delibera è del tutto fuorviante – continua il rappresentante del Fli – il Piano Casa ha già all’interno delle limitazioni che rendono pressoché impossibili scempi sia sul mare che nell’entroterra. Inesatto è anche il parlare di tutela delle ville storiche, le quali sono state solo parzialmente escluse da questa delibera, con una cartografia ridicola e raffazzonata portata in consiglio comunale. Ritengo che se si vuole tutelare veramente il patrimonio architettonico del nostro paese, bisognerebbe portare a termine un progetto di ricerca e di tutela più ampio di una cartina fotocopiata, che contempli anche delle limitazioni al Piano regolatore generale stesso e non solo al Piano casa. Purtroppo quando si hanno poche idee e confuse, come nella delibera del 30 gennaio, si spacciano per liberalizzazioni le limitazioni ad personam che si fanno, sempre senza disturbare i poteri forti».
Gi.Ba.

ULTIME NEWS