Pubblicato il

Neve e black out: la collina sotto scacco

Nelle prime ore del pomeriggio ancora una bufera si è abbatuta su Tolfa e Allumiere. Lavoro incessante per i sindaci Tubature dell’acqua in tilt e caldaie danneggiate. In prima linea per i soccorsi anche i militari dell’Esercito. Imbiancate anche Tarquinia, Montalto, Ladispoli e Cerveteri che hanno fronteggiato bene l’emergenza. Voli cancellati a Fiumicino

Nelle prime ore del pomeriggio ancora una bufera si è abbatuta su Tolfa e Allumiere. Lavoro incessante per i sindaci Tubature dell’acqua in tilt e caldaie danneggiate. In prima linea per i soccorsi anche i militari dell’Esercito. Imbiancate anche Tarquinia, Montalto, Ladispoli e Cerveteri che hanno fronteggiato bene l’emergenza. Voli cancellati a Fiumicino

Bufera di neve in collina anche oggi. Re Inverno non smette di stringere i paesi di Tolfa e Allumiere nella morsa di neve e gelo. All’opera, da svariate ore, l’unità di crisi istituita in entrambi i comuni di Allumiere e Tolfa. La macchina dell’emergenza quindi continua e non si è fermata nemmeno durante la notte. Venerdì pomeriggio visto che l’emergenza neve cresceva sia ad Allumiere che a Tolfa si sono tenuti degli incontri fra i sindaci, gli assessori, i responsabili della Protezione Civile, i presidenti dell’Agraria e il maresciallo maggiore responsabile del nucleo di militari presenti a Tolfa; in questi incontri si è fatto il punto della situazione e in grande sinergia continuano i lavori e le varie operazioni. Ad Allumiere e Tolfa venerdì sera si sono registrati 4 black out da 30’ circa ciascuno, i sindaci Augusto Battilocchio e Luigi Landi hanno contattato più volte l’Enel per risolvere il problema e poi alla fine la luce è tornata. Neve e gelo hanno poi causato la frattura di alcune tubature dell’acqua in prossimità dei contatori e quindi in decine e decine di case ci sono stati problemi idrici; la mancanza improvvisa di acqua e alcuni sbalzi elettrici hanno comportato il danneggiamento di molte caldaie. Anche in questo caso i due sindaci hanno provveduto a chiamare l’Acea richiedendo interventi urgenti; non c’è ancora acqua però in alcune zone rurali di Allumiere e in alcune aree di Tolfa. Stamattina è di nuovo saltato il ripetitore della Tim poi prontamente riparato. In alcune zone di Allumiere, come Monte Pietroso, alcuni residenti hanno reclamato la carenza di interventi spargisale e spazzaneve e problemi idrici, ma il sindaco Battilocchio, impegnato su tutti i fronti, ha assicurato una più attenta verifica della situazione. Ad Allumiere la ProCiv ha lavorato per liberare la strada che porta al Monte delle Grazie. Nel palazzo comunale di Allumiere e anche a Tolfa si sono creati due presidi composto dalla ProCiv e da un nucleo di militari per essere a disposizione h24 per ogni emergenza; le due amministrazioni comunali continuano a collaborare per risolvere nel miglior modo possibile ogni situazione. I mezzi della Provincia di Roma continuano a spargere sale sulla Braccianese Claudia, purtroppo però alcune auto venerdì sono ancora uscite di strada e altri incidenti si sono verificati con ilpassare delle ore, quindi c’è stato grande lavoro per le Forze dell’Ordine collinari e per i volontari della Prociv che stanno operando i soccorsi. Problemi di viabilità si sono registrati sulla Tolfa-Bracciano e sulla Tolfa-Santa Severa nord. Venerdì pomeriggio alcuni infermieri di Tolfa e Allumiere che lavorano all’ospedale San Paolo di Civitavecchia sono stati guidati dalla Prociv di Civitavecchia fino a Tramontana e da qui sono stati accompagnati dalla Prociv di Allumiere. Continuano a susseguirsi purtroppo le cadute rovinose e stanno intervenendo i ragazzi del gruppo Zucconi di Allumiere e i volontari della Croce Rossa. Dalla collina continuano ad arrivare appelli alla popolazione di evitare al massimo l’uso di automezzi ricordando di utilizzare le catene o di essere in possesso di ruote termiche. A Tolfa da stamane non ha mai smesso di nevicare e nel pomeriggio l’intensità è aumentata. La macchina organizzativa coordinata dal Comune ha  funzionato. Tutte le emergenze sono sotto controllo. Le strade S. Severa-Tolfa e Civitavecchia-Tolfa nonostante il lavoro degli spazzaneve costantemente in azione sono ora diventate di difficile percorrenza a causa della neve. Il gruppo guidato dal sindaco Landi ha lavorato per garantire la massima mobilità delle arterie principali. «I militari dell’esercito – ha spiegato il sindaco Landi – chiamati dal Comune stanno provvedendo alla pulizia di strade secondarie e vicoli, in aiuto ai tanti cittadini che autonomamente hanno preso in mano le pale per creare passaggi e viuzze tra la neve». Stessa cosa ad Allumiere: «Abbiamo continuato a lavorare ma la situazione è sempre abbastanza seria anche perché è scesa una grande quantità di neve – ha commentato Battilocchio – in queste ore di tregua stiamo lavorando a pieno regime per liberare le strade». Operanti poi nei due comuni anche alcune ditte private che stanno collaborando per migliorare la situazione. Intanto nel resto dei comuni del comprensorio si è lavorato di gran lena per liberare le strade. Nel pomeriggio la neve si è di nuovo abbattuta su Tarquinia, Montalto, Cerveteri (in campo 60 uomini tra Prociv, Polizia locale, Guardia ambientale) e Ladispoli. A Fiumicino cancellati numerosi voli. «Stiamo svolgendo un ottimo lavoro – ha commentato il sindaco di Tarquinia Mazzola – Abbiamo seguito e continueremo a seguire l’evolversi della situazione 24 ore su 24». Ad affiancare la Polizia locale e la Prociv comunale, a Tarquinia, anche i volontari Aeop, l’Agraria e l’azienda Fiaccadori che hanno messo a disposizione dei trattori per spazzare la neve e spargere il sale. Grande anche l’impegno di Carabinieri e Polizia.
Rom. Mos.

ULTIME NEWS