Pubblicato il

«Il sindaco delle grandi opere dimentica di costruire i loculi»

S. MARINELLA. I consiglieri di minoranza attaccano la giunta Bacheca per la carenza di tombe presso il cimitero comunale Andrea Bianchi, Carlo Mucciola e Francesco Benci (Pd): «I morti non votano e l’amministrazione si è dimenticata l’ampliamento del camposanto nonostante gli annunci di un anno fa. Oggi oltre la metà dei fornetti in procinto di essere costruiti sono già venduti»

S. MARINELLA. I consiglieri di minoranza attaccano la giunta Bacheca per la carenza di tombe presso il cimitero comunale Andrea Bianchi, Carlo Mucciola e Francesco Benci (Pd): «I morti non votano e l’amministrazione si è dimenticata l’ampliamento del camposanto nonostante gli annunci di un anno fa. Oggi oltre la metà dei fornetti in procinto di essere costruiti sono già venduti»

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Continua senza sosta la polemica tra l’amministrazione comunale e i consiglieri di minoranza, che attaccano la giunta Bacheca per la grave carenza di loculi cimiteriali che non consentono una immediata sepoltura delle salme. «Il Sindaco delle grandi opere ha dimenticato di costruire i loculi – dicono Andrea Bianchi, Carlo Mucciola e Francesco Benci del direttivo del Partito Democratico – qualche giorno fa, Bacheca, ha inaugurato l’unica sua opera, cioè via Delle Colonie, tutte le altre appartenevano alla giunta precedente. Ricordiamo però altre opere ancora da terminare come il Ponte di via Lazio, il sottopasso di via IV Novembre che è diventato un cantiere infinito, per non parlare poi della gestione delle manifestazioni estive praticamente inesistenti, del malcontento generale del personale comunale e della maltrattata Multiservizi. I morti non votano e il Sindaco ha dimenticato una piccola opera, la costruzione dei loculi. Ad inizio dello scorso anno l’assessore Romitelli, interrogato dalla minoranza, dichiarava in consiglio comunale che entro un mese i loculi sarebbero stati costruiti. È passato un  anno ed alcune salme che dalla scorsa estate erano in attesa di essere seppellite solo dopo un’ordinanza che requisiva i fornetti vuoti è stato possibile inserirle nel cimitero». «Oggi – continuano i consiglieri di opposizione – da informazioni assunte, risulta che oltre la metà dei fornetti in procinto di essere costruiti sono stati già venduti». «Caro Sindaco – avvertono le opposizioni – un buon amministratore rende la sua città accogliente pensando alle strade, ai marciapiedi, alla cura del verde, alla pulizia della città e sicuramente dedica attenzione al cimitero che ha bisogno di una manutenzione straordinaria e una programmazione immediata, poi si impegni alla realizzazione delle grandi opere pubbliche, tenendo d’occhio il bilancio poiché le opere vanno pagate nei termini stabiliti altrimenti si rischia di pagare i danni e di far fallire le società che hanno avuto la sfortuna di prendere in appalto certi lavori».

ULTIME NEWS