Pubblicato il

Il Museo del mare al ‘‘Big Blu’’

S. MARINELLA. Etruschi e Fenici in mostra alla nuova Fiera di Roma dedicata alla nautica L’esposizione è ideata e curata dal direttore Flavio Enei

S. MARINELLA. Etruschi e Fenici in mostra alla nuova Fiera di Roma dedicata alla nautica L’esposizione è ideata e curata dal direttore Flavio Enei

SANTA SEVERA – Dopo la prestigiosa vetrina offerta dal complesso del Vittoriano dove la sezione itinerante del Museo Civico di Santa Marinella ha proposto ‘‘Etruschi e Fenici sul mare: da Pyrgi a Cartagine’’, da domenica fino al 26 febbraio sarà di scena al Big Blu, la grande esposizione nautica che da anni si svolge nella sede della nuova Fiera di Roma. La mostra del Museo del Mare e della Navigazione Antica, realizzata in collaborazione il Centro Studi Marittimi del Gruppo Archeologico del Territorio Cerite, sarà a disposizione del pubblico nell’ambito dello spazio Pelagos sito nel Padiglione 1, sede di importanti incontri culturali e di spettacolo. L’esposizione nasce dalla volontà di divulgare la conoscenza di due antichissime civiltà che affrontarono la navigazione mediterranea molto prima di Roma, incontrandosi sul mare. Empori, santuari, intere colonie fusero tra loro culture e tradizioni. Ciò è ben testimoniato nel sito di Pyrgi, soggetto ad indagini archeologiche dal 1956, dove viveva una consistente comunità punica dedita agli scambi col mondo etrusco e quello cartaginese. Le tre famose lamine auree rinvenute nell’area sacra, ricordano la dedica di uno dei templi che il Re su Caere Thefarie Velianas alla divinità Uni, la Giunone etrusca, gemellata con la fenicia Astante all’interno del medesimo luogo cultuale. Ideata e curata scientificamente dal dottor Flavio Enei, direttore del Museo del Mare e la Navigazione Antica, la mostra costituisce un primo spunto di ricerca e di approfondimento inerente i rapporti tra queste importanti civiltà del Mediterraneo negli aspetti storici e soprattutto quelli della quotidiana esistenza umana sul mare e per il mare, le testimonianze dei traffici antichi, le rotte commerciali, le imbarcazioni, la navigazioni, le grandi esplorazioni sono i temi trattati nell’esposizione. Tramite pannelli illustrativi, plastici, modelli ricostruttivi anche in scala reale di oggetti e ambienti inerenti la antica vita sul mare e per il mare, si propone al visitatore un percorso didattico attraverso anche la stampa di un catalogo illustrato e la visione di un video specifico circa le tecniche cantieristiche arcaiche. Nell’ambito della mostra numerose scolaresche potranno  usufruire di visite guidate a cura del personale del museo. Lo spazio culturale ospiterà l’illustrazione delle attività di ricerca e divulgazione scientifica in corso in collaborazione con le associazioni Poseidon e Asso e con il Centro Studi Marittimi del Gruppo Archeologico del Territorio Cerite.
Gi.Ba.

ULTIME NEWS