Pubblicato il

Partorisce in casa assistita dalla Cri

Partorisce in casa assistita dalla Cri

La giovane donna rumena ha dato alla luce una splendida bimba. L’ambulanza le ha poi trasportate all’ospedale San Paolo

CIVITAVECCHIA – Una storia a lieto fine quella raccontata da alcuni residenti di corso Marconi, che all’alba hanno assistito ad una vera e propria scena strappalacrime, di quelle che ormai si vedono solo nei film. I tempi sono cambiati e la consuetudine di partorire in ospedale ha preso piede già da alcuni decenni, con rare eccezioni. Come quella di oggi, che ha riguardato una giovane donna rumena al nono mese di gravidanza. La ragazza, a seguito della ruttura delle acque, si è rivolta alla Croce Rossa per chiedere di essere accompagnata da casa all’ospedale, ritenendo ormai imminente il parto. Erano all’incirca le 5 quando l’autista dell’ambulanza e il personale presente sono giunti nell’abitazione di corso Marconi; troppo tardi: la fase di travaglio era già iniziata. A quel punto, nonostante non vi fosse alcun medico presente, il personale della Croce Rossa ha assistito la giovane donna nelle fasi del parto, avvenuto proprio nella sua abitazione. Tutto è filato liscio, tanto che l’ambulanza alla fine ha trasportato la mamma e la neonata all’ospedale San Paolo di Civitavecchia per le necessarie cure. 

ULTIME NEWS