Pubblicato il

Simeoni: "Pdl unito su Moscherini"

Simeoni: "Pdl unito su Moscherini"

Il deputato conferma la linea del partito: "Sosteniamo i sindaci uscenti, soprattutto se hanno ben amministrato. Con la Polverini solo un equivoco, ora starà al primo cittadino ed ai nostri rappresentanti Piso, Pallone e Lollobrigida riaprire il dialogo con la Presidente, con un obiettivo comune: vincere a Civitavecchia, il più importante centro del Lazio dove si vota a maggio". Intanto Mario Fiorentini abbandona le larghe intese

CIVITAVECCHIA – “Dalla riunione di ieri sera, il vertice regionale e provinciale del Pdl è uscito ribadendo la propria linea generale di sostegno ai sindaci uscenti, soprattutto se hanno ben amministrato”. Lo dichiara l’onorevole Giorgio Simeoni, che poi aggiunge: “Civitavecchia è il comune più importante del Lazio dove si voterà in questa tornata amministrativa. E ovviamente il nostro comune intento è quello di riconfermare al governo della città una amministrazione di centrodestra”.
“E’ evidente – riprende Simeoni, entrando nel merito dei problemi e delle tensioni emerse negli ultimi giorni – che l’impegno della Presidente Polverini sarà determinante. Ma da quanto mi risulta la Presidente è in tutto e per tutto determinata a  vincere le elezioni di Civitavecchia, condividendone l’importanza strategica in un più ampio disegno di sviluppo e crescita della regione. Credo che tutto sia nato da un equivoco e che sarà il Sindaco Moscherini a farsi carico di chiarire quanto c’è da chiarire con la Presidente, nel comune interesse di non perdere Civitavecchia. Altre ipotesi non ce ne sono. Del resto, i dati ricordati dal coordinatore provinciale Lollobrigida sono più che significativi: nel 2007 Forza Italia si attestò intorno al 9%, An all’8% e Moscherini vinse al primo turno con il 55%. Fu una forza della natura, e siccome al secondo mandato l’effetto sindaco è ancora più incisivo e da quanto mi risulta il rapporto di Moscherini con i cittadini è rimasto forte, non vedo come si possa pensare a soluzioni diverse. Ora saranno le figure istituzionali del partito, Piso, Pallone e Lollobrigida, in tempi brevissimi, a definire il quadro con la Presidente Polverini, per avviare la campagna elettorale”. Ne è convinto lo stesso sindaco Moscherini. «Sono il candidato delle larghe intese – ha spiegato – mi sostengono liste civiche di centrosinistra e di centrodestra, con Pdl protagonista, Anzi, presto si terrà una grande manifestazione del partito in città, alla presenza di grandi nomi nazionali». E se il Pdl si stringe attorno al Sindaco, le larghe intese perdono un altro pezzo, con il consigliere comunale della Democrazia Cristiana per le Autonomie Mario Fiorentini che parla di una deludente esperienza politico amministrativa «lontana anni luce – ha spiegato – dai cittadini e dalle loro esigenze. Con rammarico ho avvertito lo scomodo di essere stato, impropriamente, defenestrato dalla maggioranza, quando invece il popolo nel 2007 mi aveva eletto come rappresentante. Pur rispettando idee ed opinioni, la nostra città si trova in una situazione complessa e difficile; per risollevarsi necessita una condizione diversa dal sostegno della candidatura Gianni Moscherini». 

ULTIME NEWS