Pubblicato il

"Civitavecchia volano di sviluppo economico"

"Civitavecchia volano di sviluppo economico"

Il ministro Corrado Passera ha sottolineato l'importanza del porto locale nel corso della cerimonia di avvicendamento alla carica di comandante generale del corpo delle Capitanerie di Porto tra l'ammiraglio ispettore capo Marco Brusco e l'ammiraglio ispettore capo Pierluigi Cacioppo

CIVITAVECCHIA – «Il porto di Civitavecchia rappresenta un volano di sviluppo economico». Ne è convinto il ministro delle Infrastrutture Corrado Passera, presente questa mattina alla cerimonia di avvicendamento alla carica di comandante generale del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera tra l’ammiraglio ispettore capo Marco Brusco e l’ammiraglio ispettore capo Pierluigi Cacioppo. La cerimonia si è svolta ancora una volta al Forte Michelangelo, come è stato per l’insediamento dello stesso Brusco, un anno e mezzo fa, e come è stato per i festeggiamenti in occasione del 146° anniversario delle Capitanerie di Porto, lo scorso mese di luglio. «Civitavecchia, con la sua storia e la sua esperienza – ha aggiunto il Ministro – ha conquistato un’importante posizione nel sistema nazionale ed internazionale della portualità. Ed il ritorno della direzione marittima qui in città premia Civitavecchia come punto nevralgico di questo sistema». E proprio sulla trasformazione del comando locale da Compartimento a Direzione Marittima si è soffermato anche l’ammiraglio Brusco, peraltro nativo di Civitavecchia, «città che, con il suo porto – ha aggiunto – si colloca al vertice del Mediterraneo. Ho lavorato molto per riportare qui la direzione marittima, anche nell’ottica di valorizzare questo scalo». Ricordando poi la tragedia della Costa Concordia o l’impegno nelle acque di Lampedusa, l’ammiraglio Brusco ha parlato di «un mandato intenso ed impegnativo», augurando buon lavoro al suo successore, l’ammiraglio Cacioppo che nel corso del suo discorso di investitura, ha sottolineato «le eccezionali qualità professionali e morali di tutte le componenti delle Capitanerie di porto e lo spirito di collaborazione – ha aggiunto – con le istituzioni dello Stato e con le altre forze armate e di polizia. Anche per il futuro occorreranno le risorse che la Guardia costiera ha dimostrato di saper essere molto accorta nel gestire». Tante le autorità presenti, tra cui il sindaco Moscherini, il vicepresidente della Camera Antonio Leone ed il Capo di Stato Maggiore della Marina Bruno Branciforte.

ULTIME NEWS