Pubblicato il

Una giornata all'insegna della cultura nel museo di Allumiere

Per tutto il giorno sabato 3 marzo si susseguiranno relazioni di esperti e proieziioni varie sulla storia delle miniere ad Allumiere

Per tutto il giorno sabato 3 marzo si susseguiranno relazioni di esperti e proieziioni varie sulla storia delle miniere ad Allumiere

di ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – Grande attesa ad Allumiere: la prestigiosa rivista archeologica ‘‘Archeologia Viva’’ dedicherà infatti ben 6 pagine al comune collinare, al suo territorio e alla sua storia. Il sindaco Augusto Battilocchio, l’assessore alla Cultura, Stefania Cammilletti tutto il suo staff, il direttore del museo Contardi in collaborazione con l’operatrice museale, sono alle prese, in queste ore, con l’organizzazione della conferenza di sabato nel corso della quale si presenteranno in particolare le cave e le miniere allumierasche. Sarà quindi una giornata importante e di sicuro interesse quella organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con il Museo Civico Klitsche de La Grange di Allumiere.

Nella splendida cornice della sala nobile del Palazzo Camerale, durante la conferenza, sarà presentato un documentario teso alla valorizzazione del territorio allumierasco e che, come spiega l’assessore Cammilletti: «E’ anche una scommessa per il futuro».

Il dvd che è stato realizzato si intitola: ‘‘Le cave di allume, i loro minatori e le vie commerciali’’’ per la regia di Agostino De Angelis.

Il filmato, della durata di 23’, è stato presentato in concorso alla 22° Rassegna del Film Archeologico di Rovereto.

«È con enorme soddisfazione – prosegue l’assessore Cammilletti – che annunciamo che il nostro lavoro sarà allegato al numero 152 di marzo-aprile di ‘‘Archeologia Viva’’. Invitiamo tutti a partecipare all’incontro».

La giornata sarà articolata in più momenti. La mattina alle 10.30 ci sarà la presentazione del notiziario IX del museo civico di Allumiere con gli interventi del sindaco Augusto Battilocchio, del direttore del museo Antonio Contardi e del Conservatore del Odoardo Toti.

Alle 11 Daniele Aureli, Antonio Contardi , Valerio Modesti e Federico Quintilli relazioneranno su: ‘‘L’esperienza di ricerca della sezione di preistoria del museo di Allumiere’’’ Alle 11.20 si parlerà invece di ‘‘Ficoncella2011: attività di scavo e dati preliminari’’ e poi di ‘‘Il sito di Fontana del papa’’.

Il responsabile del museo di Tolfa, Fabrizio Vallelonga, relazionerà invece a partire dalle 12 su: ‘‘Ricerche archeologiche nel territorio di Allumiere: gli scavi della Farnesiana e della Bianca’’; dalle 12.30 in poi seguirà la discussione. Dopo la pausa per il pranzo si continuerà nel pomeriggio si parlerà de ‘‘Le cave di allume: i loro minatori e le vie commerciali’’, il documentario, presentato alla ventiduesima Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico che si è tenuto a Rovereto dal 3 all’8 ottobre e che sarà distribuito in allegato al numero 152 della rivista specialistica nazionale ‘‘Archeologia viva’’ di marzo-aprile.

Dalle 16 in poi ci sarà la presentazione della collaborazione tra il Comune di Allumiere e Archeologia Viva con gli interventi del direttore di Archeologia Viva Piero Prunetti, del sindaco di Allumiere Augusto Battilocchio, dell’assessore alla cultura Stefania Cammilletti.

A seguire ancora ci saranno gli interventi del direttore del museo Contardi, il regista Agostino De Angelis e il regista Franco Viviani.

Alle 16.40 avverrà quindi l’attesa prima proiezione del documentario: ‘‘Le cave di allume: i loro minatori e le vie commerciali’’ e alle 18.20 ci sarà la seconda proiezione di questo importante documentario.

Dalle 17 alle 18 sarà invece proiettato il filmato: ‘‘Viaggio nell’antica Akrai; dalla fondazione della colonia alle esplorazioni’’ del regista Agostino De Angelis della durata di 15’ e la proiezione di ‘‘Vaso Francois;: il ito del dipinto’’ per la regia di Franco Viviani per la durata di 43 minuti.

«Invito tutta la cittadinanza a partecipare a questa manifestazione altamente culturale – spiega il sindaco Augusto Battilocchio – con questa manifestazione riteniamo che si possa fornire una testimonianza di quanto il nostro Comune di Allumiere abbia a cuore l’interessamento per la costante azione in loco verso i problemi della ricerca nel settore storico, archeologico, paleontologico. I risultati ottenuti hanno dunque un alto valore per la divulgazione scientifica e offrono messaggi atti ad incentivare e promuovere quelle attività che difendono il nostro patrimonio archeologico, storico naturalistico e culturale».
 

ULTIME NEWS