Pubblicato il

Commercio abusivo, sequestrate 1300 mimose

CIVITAVECCHIA – In occasione della festività dell’ 8  marzo, come precedentemente annunciato, sono stati messi in campo specifici servizi di contrasto al fenomeno delle vendite abusive di prodotti floreali in tutta la città, coordinati dal comandante Remo Fontana, coadiuvato dai sottufficiali Spigarelli e Moretti. Il risultato è stato l’esecuzione di quattro sequestri amministrativi, per un totale complessivo di circa 1.300 mazzetti di prodotti floreali e la conseguente emissione di sanzioni pecuniarie per vendita in assenza di titolo abilitativo, pari a circa 20.000. Sono state identificate cinque persone ed allontanate altre dodici. L’attività di controllo si è protratta sino a sera, anche se rispetto alla mattinata, il fenomeno dell’abusivismo è risultato fortemente ridotto.
“Si è tentato in questo modo, di dare un segnale forte e di ristabilire un minimo di legalità, garantendo la regolarità di esercizio delle attività commerciali correttamente abilitate alla vendita e contrastando allo stesso tempo, fenomeni di evasione fiscale, dovuti al mancato rilascio degli scontrini fiscali, da parte di attività commerciali illecitamente avviate”, ha spiegato il comandante Fontana. 
Rilevante particolare, l’ingente quantitativo di mazzetti di mimose sequestrati è stato distribuito, a cura del personale di Polizia Locale, alle ospiti della casa di cura Villa Santina e di residenze sanitarie assistite ed altre strutture del territorio.
 

ULTIME NEWS