Pubblicato il

Porto, Luciani "sposa" le proposte di Tidei

L'esponente di Sel si dice d'accordo con il candidato sindaco del centrosinistra su zona franca umanitaria per l'hub della solidarietà e la tassa sui crocieristi

L'esponente di Sel si dice d'accordo con il candidato sindaco del centrosinistra su zona franca umanitaria per l'hub della solidarietà e la tassa sui crocieristi

“Con una zona Franca umanitaria Civitavecchia diventerà l’hub della solidarietà e il porto offrirà un importante service per tutti quei traffici internazionali verso le popolazioni del terzo mondo, ad iniziare dalle emergenze del bacino mediterraneo”. Questo il commento di Enrico Luciani (Sel) alla proposta avanzata dal Candidato del centrosinistra Pietro Tidei. “Il progetto – prosegue Luciani – interesserà le zone interne e anche l’interporto – fino ad oggi contenitore quasi del tutto vuoto – troverà piena utilizzazione conforme alla sua vocazione originaria. Inoltre l’hub della solidarietà offrirà nuova occupazione a vari livelli, poichè la Zona franca favorirà fiscalmente la manipolazione e il trattamento delle merci. Anche lo storico sentimento di accoglienza e solidarietà proprio della nostra gente, che vive Civitavecchia come “citta’ aperta”, troverà nuova luce al livello internazionale”.
Positivo commento di Luciani anche al disegno di legge presentato da Tidei alla Camera per una accise comunale sui crocieristi: “L’idea di una micro-tassa comunale per i passeggeri in transito non è affatto di segno opposto. Anzi. Si tratta di valorizzare con nuove risorse l’accoglienza stessa che la città offre ai crocieristi, creando così nuovo valore anche per lo scalo. Risulta oltre tutto che anche altre città fortemente interessate da flussi turistici, aerei o marittimi, stiano già ipotizzando iniziative che si muovono nella stessa direzione”.

ULTIME NEWS