Pubblicato il

Sel e Pd sui contributi non versati: "Disastro evidente"

CIVITAVECCHIA – Otto milioni di debiti con erario ed Enti previdenziali. Sette milioni di debiti con fornitori. Undici milioni di debiti con le banche. A ‘‘dare i numeri‘‘ che hanno portato i lavoratori ieri ad ‘‘occupare’’ l’aula Pucci durante la seduta del consiglio comunale per chiedere al primo cittadino che fine abbiano fatto i loro contributi, è il capogruppo Pd Marco Piendibene: «Il disastro appare oggi in tutta la sua evidenza». E se da una parte il consigliere d’opposizione Marietta Tidei ed Enrico Luciani (Sel) lamentano il ritiro da parte del proponente del nuovo schema dello statuto societario di Hcs srl, definendolo un «sopruso», dall’altro le organizzazioni sindacali di categoria e non, chiedono un nuovo incontro con il primo cittadino: «Durante l’ultimo incontro il Sindaco ha rilasciato dichiarazioni fumose e vaneggianti. Ha anche rifiutato di fornire i dati da noi richiesti dicendo che non sono né di nostro interesse né di interesse dei lavoratori – ha spiegato Diego Nunzi Cgil Fp – in assenza di una tempestiva convocazione e in ragione di mancati esaustivi e soddisfacenti chiarimenti – proseguono i segretari dei Sindacati Caiazza (Cgil), Barbera (Cisl) e Di Marco (Uil) ci troveremo costretti ad indire lo stato di agitazione del personale con conseguenti azioni di mobilitazione che verranno, eventualmente, decise nell’ambito di una imminente assemblea dei lavoratori di Hcs».

ULTIME NEWS