Pubblicato il

Autostrada, gli agricoltori chiedono garanzie sulla viabilità alternativa

L'assessore Loretta Di Simone: "Questo è un voltafaccia"

L'assessore Loretta Di Simone: "Questo è un voltafaccia"

TARQUINIA – «Sconcertata e dispiaciuta dei toni perentori utilizzati per chiedere un incontro a me e al sindaco Mauro Mazzola, come se finora non ci fosse stato il dialogo». Lo afferma l’assessore all’Agricoltura del Comune di Tarquinia Loretta Di Simone, dopo la lettera inviata dagli agricoltori per avere ulteriori rassicurazioni sulla viabilità alternativa all’autostrada. «Lo scorso 6 marzo abbiamo tenuto una riunione, la terza sul tema, in cui avevo parlato in nome del primo cittadino, affermando che se Sat non avesse accettato il percorso alternativo predisposto da Comune, quest’ultimo si sarebbe opposto con ogni mezzo all’inizio dei lavori. – prosegue – A queste mie parole gli agricoltori, tutti uniti, avevano deciso di scrivere una lettera a supporto del perché ritenuto congruo alle esigenze di tutti. E invece? Invece, come se le mie parole fossero aria al vento e il sindaco Mazzola non stesse facendo nulla, leggo una lettera che vanifica tutto il lavoro di condivisione intrapreso sin dal momento della mia nomina. Personalmente sono delusa, perché non è corretto dichiarare che si darà appoggio a un tracciato ritenuto giusto dagli interessati stessi, per poi fare il voltafaccia e mettersi sulle barricate. Si vuole davvero agire per il bene del territorio o si vuole fare una lotta politica? Invece di collaborare, gli agricoltori hanno deciso di anteporre la politica agli interessi della collettività. Tutto ciò non impedirà al Comune di andare avanti come già sta facendo. L’Amministrazione ha inviato due lettere in cui si chiede a SAT di porre particolare attenzione su alcuni aspetti della viabilità locale, già evidenziati nel piano, e di tutelare le aziende agricole che saranno coinvolte».     

ULTIME NEWS