Pubblicato il

Rifiuti, tutto pronto per il giorno della protesta

Rifiuti, tutto pronto per il giorno della protesta

Domani in piazza a Roma si riuniscono tutti i comitati del Lazio Stefanini da Allumiere: “Ci saremo anche noi. Siamo preoccupati per il territorio. Intervengano tutti i sindaci del comprensorio”  

ALLUMIERE – Emergenza rifiuti, da Allumiere Emiliano Stefanini, portavoce per il Comitato antidiscarica, illustra i rischi di un possibile impianto nel paese collinare e annuncia la partecipazione alla manifestazione di domani a Roma presso la prefettura, insieme a tutti i comitati del Lazio contro le megadiscariche e contro gli inceneritori “cancro valorizzatori” nell’intento di raccoglierci tutti in una vertenza comune, in direzione della politica Rifiuti zero . “Alla luce delle ultime notizie – dice Stefanini –  il sito di Allumiere (Comprensorio Militare Santa Lucia)  proposto da oltre un anno da Alemanno e l’ex Ministro La Russa con un protocollo d’intesa, è l’unico sito che ricade nelle proprietà  del ministero della Difesa; i sette siti indicati dalla Regione sono stati azzerati a causa dei tanti vincoli ambientali ai quali il Ministero dice chiaramente che non si può andare in deroga”.  “Il Sindaco di Roma – prosegue il portavoce del Comitato – torna su Allumiere come sito ideale per la realizzazione della “cittadella dei rifiuti”; il Ministro Clini impegna il Governo ad emanare un decreto legge entro il trenta giugno dove sappiamo già che sarà indicata come via preferenziale l’utilizzo delle aree militari; L’unica via di scampo rimane quindi  il vincolo ZPS e la distanza da Roma, ma visto lo studio a suo tempo sponsorizzato da Panzironi dell’Ama, la presenza dell’Aurelia, dell’Autostrada , e della vecchia ferrovia Civitavecchia-Orte, si eliminerebbe tale ostacolo logistico oggi rassegnato dai tecnici del Ministero”. “Vista anche l’espressa volontà del Governo di passare attraverso l’approvazione di un Decreto legge – prosegue Stefanini – è ragionevole pensare che il decreto indicherà zone militari dove andare in deroga a qualsiasi vincolo. Per scongiurare il rischio di ricevere milioni di tonnellate di rifiuti indifferenziati dalla capitale, riteniamo opportuno scendere in piazza e contrastare questo progetto in ogni modo possibile, Sabato 31 a Roma sotto la Prefettura  vogliamo al nostro fianco tutti sindaci dei comuni limitrofi ad Allumiere, perché direttamente interessati  al problema.  Sarà dalle assenze che inizieremo a capire da chi guardarci, sia oggi che alle imminenti elezioni amministrative”.

 

ULTIME NEWS