Pubblicato il

Oggi l'ultimo saluto a Ginevra

Oggi l'ultimo saluto a Ginevra

I funerali della piccola in programma alle 15 in Cattedrale

CIVITAVECCHIA – Oggi il giorno delle lacrime e del dolore. Un dolore incontenibile quello per la morte della piccola Ginevra Scotto Lavina. La bimba di soli 16 mesi scivolata dalle braccia del nonno paterno e caduta dal balcone di casa. Tutta la città ora è pronta a stringersi attorno a mamma Simona, papà Mario, il fratellino, i nonni e tutta la famiglia della bimba. Si terranno questo pomeriggio alle 15 in Cattedrale i funerali della piccola.
Nonostante il tentativo della famiglia di accelerare i tempi per far svolgere l’esame esterno, disposto dal sostituto procuratore Paolo Calabria, solo questa mattina si è potuti procedere. Causa l’indisponibilità dei medici legali di turno. Si tratta di un atto dovuto, come atto dovuto è stata l’iscrizione nel registro degli indagati del nonno paterno della piccola, Giuseppe; era lui, infatti, è tenerla tra le braccia quando poi, forse per un movimento repentino, la bimba è scivolata cadendo dal secondo piano del palazzo di via Liguria 9, e finendo nel cortile interno. Per la piccola, nonostante la corsa disperata in ospedale, non c’è stato nulla da fare. Il nonno Giuseppe rimane ancora ricoverato: l’uomo non si dà pace e si teme anche che possa compiere gesti inconsulti, colpito da un fortissimo senso di colpa.

ULTIME NEWS