Pubblicato il

"Da dove provengono i soldi della campagna elettorale?"

CIVITAVECCHIA – Spese folli quelle per la campagna elettorale in atto. A pensarlo è il Movimento 5 Stelle che preso atto dei numeri pubblicati presso l’albo pretorio online del Pincio stila una classifica. Al primo posto con 989.700 euro il centrodestra ‘‘capitanato’’ dal sindaco uscente Moscherini. Secondo posto per il Polo civico con 250 mila euro. Ad aggiudicarsi invece il terzo posto il centrosinistra di Pietro Tidei con 223.900 euro (73.900 euro circa in più rispetto a quanto dichiarato dalla coalizione). Seguono De Marco (48 mila euro), Mecozzi (36 mila euro), Cappellani (17.200 euro), Ghirga (9.800 euro), Ricotti (6.325 euro) e Porrello (950 euro). Cifre esorbitanti che spingono il Movimento 5 Stelle a lanciare una  ‘‘sfida’’: «Davanti a queste cifre sarebbe stato opportuno indicare non solo le uscite ma anche l’origine delle entrate». Intanto, prosegue il botta e risposta tra il Coordinamento elettorale delle Larghe Intese e la coalizione di centrosinistra. I primi chiedono i numeri per la campagna elettorale dell’Onorevole in vista delle primarie, i secondi continuano ad accusare il centrodestra della «loro attitudine alla menzogna e alla scorrettezza». 

ULTIME NEWS