Pubblicato il

Modifiche al Piano casa: presentato ricorso al Tar

S. MARINELLA. Il documento è stato sottoscritto da nove proprietari di abitazioni e terreni ricadenti nelle aree sottoposte a vincolo I promotori sono gli esponenti di Fli Gasparri e Pepe: «Ingiuste le limitazioni poste dalla delibera di consiglio comunale»

S. MARINELLA. Il documento è stato sottoscritto da nove proprietari di abitazioni e terreni ricadenti nelle aree sottoposte a vincolo I promotori sono gli esponenti di Fli Gasparri e Pepe: «Ingiuste le limitazioni poste dalla delibera di consiglio comunale»

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Sarà il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio a stabilire se la delibera comunale N° 2 del 31 gennaio scorso relativa alle modifiche apportate alla Legge Regionale n° 10 denominata Piano Casa, è illegale oppure no. Nell’ultimo consiglio comunale, infatti, l’ex consigliere di maggioranza Emanuele Pepe, aveva fortemente contestato questo atto dichiarandolo non applicabile perché limitava i diritti dei cittadini. Ieri, dopo aver lavorato a lungo sulla documentazione presentata, Pepe ha annunciato che è stato depositato al Tar un ricorso sottoscritto da nove proprietari di abitazioni e terreni ricadenti nelle aree sottoposte a vincolo. «Abbiamo notificato al Comune di Santa Marinella il ricorso al Tar contro le limitazioni al Piano Casa – dicono Fabio Gasparri, presidente del circolo cittadino di Futuro e Libertà per l’Italia e Emanuele Pepe consigliere comunale dello stesso partito – questo ricorso ha preso vita a seguito del convegno organizzato dal nostro circolo lo scorso marzo, nel quale si illustrarono agli intervenuti le abnormi ed ingiuste limitazioni poste dalla delibera di consiglio comunale. Il Circolo di Fli ringrazia i nove cittadini santamarinellesi che autotassandosi, hanno permesso all’avvocato Simone Abrate di presentare un ricorso collettivo entro i termini previsti dalla legge. Oltre ai ricorrenti si ringraziano tutti i cittadini che, anche nell’ultimo mese, si sono mostrati solidali alla nostra iniziativa, tra cui le tante persone che non hanno partecipato al convegno perché ne sono venute a conoscenza in ritardo, per lo più per questioni di residenza stagionale». «Questo ricorso – proseguono i due esponenti di Fli – in caso di buon esito, permetterà ai ricorrenti e a tutti i proprietari di immobili a Santa Marinella e a Santa Severa, di sfruttare a pieno le potenzialità del Piano Casa su tutto il territorio comunale, senza distinzione alcuna». «Vogliamo sottolineare che ancora una volta, come nel caso della nostra partecipazione fattiva al ricorso contro Piano Benigni – concludono i due – i membri del circolo cittadino di Fli dimostrano di preferire l’azione in favore dei residenti, alle sterili polemiche o ai falsi proclami che quotidianamente si leggono sui giornali locali».

ULTIME NEWS