Pubblicato il

Fa sesso con un imprenditore e poi lo ricatta

Fa sesso con un imprenditore e poi lo ricatta

S. MARINELLA. Rumena arrestata dai Carabinieri per tentata estorsione. E’ stata bloccata dai militari in flagranza La donna ha incontrato ieri nella Perla il facoltoso professionista di Tolfa. Oggi gli ha chiesto 3mila euro: «Altrimenti lo dico a tua moglie»  

SANTA MARINELLA – Prima si presta ad un rapporto sessuale occasionale. Poi, il giorno dopo, ricatta ‘’il cliente’’: «Subito tremila euro o racconto tutto a tua moglie». Una brutta avventura, tra sesso e soldi, vede coinvolti un noto imprenditore di Tolfa e una giovane rumena residente a Ladispoli. Teatro del misfatto la città di Santa Marinella. Il noto imprenditore di Tolfa, dopo essersi abbandonato ai piaceri della carne, per sfuggire al ricatto, si è rivolto ai carabinieri della stazione di Santa Marinella. Al termine di una fulminea operazione che ha visto impegnati una quindicina di Carabinieri diretti dal comandante della stazione locale Roberto Bernardini, la prostituta stamattina è stata bloccata e arrestata in flagranza di reato, con l’accusa di estorsione. La straniera, S.I. di 29 anni, infatti, ierisi era incontrata a Santa Marinella con il facoltoso tolfetano per consumare un rapporto sessuale, evidentemente pensando di ricevere poi in cambio una cospicua somma di denaro non pattuita precedentemente. L’uomo, dopo aver consumato il rapporto, però se n’è andato a casa. Stamattina, la rumena ha messo in atto il ricatto: ha telefonato all’imprenditore, pretendendo tremila euro e minacciandolo altrimenti di raccontare tutto alla moglie. L’imprenditore, allora, ha deciso di denunciare il fatto ai Carabinieri, raccontando di dover incontrare la straniera in una stradina secondaria di Lungomare Marconi. Il professionista ha poi atteso la rumena nel punto prestabilito, per nulla a conoscenza del fatto che il comandante Bernardini intanto aveva predisposto un consistente servizio di sorveglianza dell’intera zona che è stata completamente circondata da militari in borghese e auto civili per evitare eventuali fughe della donna. Verso le 11 la signora è arrivata con un’auto ed ha parcheggiato nei pressi della stradina, sotto l’occhio vigile dei Carabinieri. Nel momento in cui l’imprenditore ha consegnato i soldi alla donna, i militari sono  prontamente intervenuti ed hanno constatato che la somma pattuita era stata intascata. Quindi S.I. è stata arrestata con l’accusa di estorsione. Dopo l’espletamento delle formalità di rito, la donna è stata associata al super carcere di Borgata Aurelia, a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Gi.Ba.

ULTIME NEWS